Abbiamo posto due domande sull’argomento anche al presidente della LACA (Libera Associazione Commercianti ed Artigiani) Luca Marchiori.

Presidente, con la chiusura dei lavori in via Torino, secondo lei quali sono le prospettive a breve termine per il centro storico?

“Il centro storico casellese ha sicuramente bisogno di un restyling più profondo e mirato. Anche se qualcosa di positivo è già stato fatto, credo che le aspettative di tutti noi siano ben altre. Siamo in attesa di un incontro con l’Amministrazione, proprio per approfondire questo tema che ovviamente ci vede coinvolti in prima persona, come rappresentanti di categoria. Per quanto riguarda via Torino, ritengo che il pensiero della nostra Associazione sul tema sia più che chiaro e non credo che ci sia bisogno di aggiungere altro. Ribadisco ancora una volta e spero che sia veramente l’ultima che, la nostra Associazione, non è assolutamente contraria alle isole pedonali, ma queste devono essere create partendo da un concetto logico a livello urbanistico e dalla presenza al proprio interno di attività commerciali idonee. Chiudere un tratto di una via, sconvolgendo l’intera circolazione viaria, non credo sia il modo più appropriato allo scopo. Sono consapevole che, per qualche attività, perdere la pedonalizzazione possa essere uno svantaggio, ma come presidente della LACA devo prendere atto della decisione maggioritaria dei nostri Soci di avere un passaggio veicolare in tutto il centro storico e lavorare perché questo avvenga anche in futuro”

Con l’apertura dell’isola pedonale al traffico veicolare, esistono problemi di sicurezza legati, per esempio, alla velocità?

“Per quanto riguarda la pericolosità viaria, sono certo che l’attuale via Torino non sia più pericolosa di qualsiasi altra via cittadina. Una presenza più costante delle forze dell’ordine certamente renderebbe più sicura tutta la viabilità e sarebbe un buon deterrente per chi scambia il nostro paese per un circuito di Formula Uno. Voglio chiudere questo mio breve intervento ringraziando tutti coloro che ci hanno permesso in questi anni di riportare entusiasmo e vita nel centro cittadino. La strada è lunga e ancora in salita, ma sono certo che con l’aiuto di tutti, Caselle tornerà presto ad essere una bella realtà commerciale.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here