Quello di dicembre scorso è stato un mese di decisioni molto importanti per l’Amministrazione Comunale: sia per la Giunta sia per il Consiglio.

La Giunta, infatti, tra le altre cose, ha approvato, dopo un percorso di condivisione e di presentazione al Corpo Docente casellese avvenuto nei mesi scorsi, il progetto di fattibilità tecnica ed economica dei lavori di ampliamento della Scuola Media di strada Salga: un progetto da oltre 4 milioni di Euro volto a trasferire la sede principale della Scuola Media “Demonte” di piazza Resistenza in un unico polo in strada Salga. Questo sia per un uso più razionale degli spazi sia in ossequio a quanto previsto dal Codice della Navigazione che prevede di eliminare gli edifici scolastici dal “cono di atterraggio” aeroportuale.

Mentre sono proseguiti in Città i lavori di asfaltatura e di messa in sicurezza di alcuni tratti stradali (lavori che riprenderanno già nelle prossime settimane), altra notizia molto attesa dalla nostra comunità casellese è quella comunicata durante il Consiglio Comunale del 21/12: dopo anni di richieste da parte della nostra Amministrazione, di incontri e di contatticon le varie Istituzioni, la Regione Piemonte ha comunicato di essere in procinto di attivarsi per deliberare il comodato d’uso della vecchia Stazione GTT in favore del Comune di Caselle T.se. Nei prossimi mesi, pertanto, la nostra Amministrazione potrà avviare il percorso per la ristrutturazione dell’edificio in modo da dare allo stesso una “nuova vita” con finalità sociali e pubbliche.

Sempre nel Consiglio Comunale del 21/12 due sono stati i punti di particolare importanza approvati: lo scioglimento e la cessazione del Consorzio Intercomunale di Mappano (CIM) e un Ordine del Giorno sui valori della Resistenza antifascista e dei principi della Costituzione.
Il primo punto è stato approvato dalla Maggioranza in puntuale attuazione della Legge Regionale 1/2013 che ha istituito il nuovo Comune di Mappano: un atto dovuto e doveroso (per evitare duplicazioni non giustificabili di costi e per dotare il nuovo Ente di un primo nucleo di personale proprio) che, però, non è stato al momento accettato e condiviso dall’Amministrazione di Mappano la quale ha risposto addirittura con una diffida legale. L’impegno della Maggioranza guidata dal Sindaco Baracco sarà massimo per tutelare i cittadini casellesi e per garantire l’effettiva autonomia amministrativa del nuovo Ente: un percorso che si sta dimostrando più difficile del previsto, sia per la complessità della gestione di un caso unico in Italia sia per la non sempre attiva collaborazione da parte di Mappano.
Il secondo punto (l’Ordine del Giorno sulla Resistenza) è stato approvato all’unanimità su proposta della Sezione ANPI di Caselle T.se preso atto che, citando letteralmente il testo,“sono sempre più frequenti le manifestazioni promosse da organizzazioni neofasciste, portatrici di valori ed idee che si collocano al di fuori del perimetro costituzionale e dell’ordinamento repubblicano, nonché dei principi fondamentali della convivenza civile e del rispetto della dignità umana”.

Terminata la fase congressuale ha ripreso anche la consueta attività del Circolo del Partito Democratico di Caselle, del quale la presente lista è espressione: durante l‘Assemblea degli Iscritti dello scorso 16/12/2017, infatti, è stato presentato il nuovo sito internet del Circolo (http://www.pdcaselle.it/) che si affianca alla già nota pagina Facebook per fornire tutte le informazioni di Partito a livello locale, metropolitano, regionale e nazionale.
Inoltre, ricordiamo che la sede del Circolo in via Cravero è a disposizione dei cittadini per raccogliere proposte e suggerimenti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here