Andar Per Sagre

Nevischia un po’. E’ un pomeriggio di febbraio da manuale: “Febbraio febbraietto corto e maledetto”.

Però quando leggerete queste righe la primavera sarà lì dietro l’angolo e, chissà, l’aria sarà più dolce e profumata. Di certo sapremo l’esito delle elezioni politiche che ci stanno assillando nei giorni in cui sto scrivendo.
Percentuale di afflusso alle urne? Di astensionismo? Ingovernabilità? Possibilità di governo? Chi, con chi, contro chi? In questo momento la vedo grigia come il cielo fuori dalle finestre dello studio. Parole, parole, parole e pochi programmi concreti. E poi l’insicurezza e la paura, cavalli di battaglia di partiti e movimenti. Ci sono e sono palpabili.
In certe zone delle città ti muovi con più circospezione; osservi chi ti si avvicina con occhi più guardinghi o decisamente eviti di andarci. E può capitare che si propenda a cambiare programma ad un viaggetto di fine settimana, perché di notte saresti costretto ad attraversare una zona non ben frequentata per rientrare al camper o a casa.
Ma allora che ne sarà di noi? Dove ci porterà questa situazione? Siamo in vista di un “ricorso storico” alla Giambattista Vico?…

Ok, cambio registro, perché ci sono già troppi politologi in giro.

Poi la mia rubrica deve aiutarvi a trovare lo spunto per vivere una giornata “con la testa fra le nuvole”.

E’ giusto. Allora vi propongo un quesito del tipo “lo sapevate che…?”.

Lo sapevate che a Savigliano esiste un museo sensoriale dei profumi? No? Neanche io. Me lo ha detto mia figlia, che in ambito sensoriale ne sa parecchio.

Già … a Savigliano  dal 2015 c’è ”Mùses: Accademia Europea delle Essenze”, ospitato in Palazzo Taffini. E’ un progetto ideato dall’Associazione Terre dei Savoia per valorizzare le tradizioni e i saperi del Piemonte nella produzione delle erbe officinali. Anche il nome è stato pensato ad arte; infatti la U con l’accento richiama la forma del mortaio con il pestello in uso presso gli antichi alchimisti.
valigia_note_accordi_sensorialiE’ un museo in cui il visitatore è ospite attivo, in quanto nelle sue sale potrà fare esperienze sensoriali collegate a tecnologia e arte. La realizzazione del museo è frutto di collaborazioni con istituzioni nazionali e internazionali quali Farina Haus di Colonia, Biblioteca Nazionale di Madrid, Biblioteca Nazionale di Vienna, British Museum, Biblioteca di Lione, Officina di S.M.Novella a Firenze, il museo del Comune di Santa Maria Maggiore del Verbano, Palazzo Mocenigo di Venezia, ASTUT Archivio Scientifico e Tecnologico dell’Università di Torino. Lungo il percorso espositivo video installazioni, opere di artisti internazionali contemporanei, strumentazioni d’epoca, personaggi che hanno innovato le tecniche produttive, svelano i segreti dell’arte profumiera nei secoli: da Bisanzio a Venezia seguendo le rotte degli oli essenziali e delle spezie; dal Piemonte al resto d’Europa con l’affascinante saga dell’Acqua di Colonia, il profumo più venduto al mondo e creato da un piemontese. Come vi dicevo è un museo attivo, infatti si tengono laboratori per adulti e famiglie nel corso dei quali la curiosità e la conoscenza sono soddisfatte innanzitutto come piacere e sorpresa sensoriale.

Il-Giardino-dei-sensi-a-Palazzo-Taffini
Il Giardino dei sensi a Palazzo Taffini

Nel cortile d’onore di Palazzo Taffini, dominato dalla fontana a getti profumati, c’è il Giardino dei sensi che stimola i sensi del visitatore in ogni stagione attraverso piante, fiori, suoni e profumi. L’abbinamento di rare specie ornamentali e piante aromatiche genera una continuità cromatica grazie alle fioriture stagionali. Palazzo Taffini, che ospita il museo, inoltre è un edificio seicentesco sede di rappresentanza e accoglienza dei duchi Savoia Carlo Emanuele I, Vittorio Amedeo I, Carlo Emanuele II, in un secolo caratterizzato anche da reggenze femminili, quali Maria Cristina di Francia e Maria Giovanna Battista di Nemours, rispettivamente mogli di  Vittorio Amedeo I e Carlo Emanuele II.

 

Ci sono andata in avanscoperta per voi ed è veramente interessante, piacevole e … profumato.

Orari di visita: da martedì a domenica dalle 10 alle 13; dalle 14 alle 18. Adulti 7€; bambini 6-12 anni 5€. Il costo comprende la visita guidata obbligatoria, ma essenziale per capire il percorso e parteciparvi attivamente.
Qui di seguito vi propongo anche alcuni laboratori a marzo, con l’impegno a segnalarvene altri nei prossimi mesi. Spaziano dai profumi, alle erbe officinali, alla conoscenza e degustazioni di vini.

18 marzo – ore 11
Al Mùses con papà

Múses propone a tutti i bimbi una visita speciale, della durata di un’ora, alla scoperta del museo delle essenze in compagnia del proprio papà con un regalo personalizzato e profumato per la sua festa. Ingresso ridotto per tutti i papà.

24 marzo – ore 16,30
Note fiorite – L’Atelier del Profumiere di Primavera

Un laboratorio, della durata di un’ora e mezza, per scoprire il magico mondo della profumeria:  dalle materie prime alla composizione di un profumo, fino a creare la propria fragranza personalizzata.
Costo a persona: 25,00 €; posti limitati, necessaria la prenotazione: info@musesaccademia.it. / tel. 0172 375025

24 marzo – ore 19 e 21
Festa a Palazzo

Un viaggio attraverso le suggestioni di tre secoli, uno spettacolo di musica e teatro, una sfilata di abiti d’epoca e un aperitivo con degustazione sensoriale nella maestosa cornice di Palazzo Taffini.

31 marzo – ore 10,30
Caccia all’uovo

Dedicata ai più piccoli all’interno delle sale di Palazzo Taffini, che per l’occasione contengono preziosi indizi per scovare in allegria quante più uova possibili. Al termine della caccia un pensiero personalizzato per ogni partecipante! La caccia durerà un’ora e mezza. Costo attività 5,00 euro a bambino (visita Múses esclusa) Posti limitati. Necessaria la prenotazione entro giovedì 29 marzo.
Tel. 0172 375025/ info@musesaccademia.it


Ed ora ecco come da copione qualche spunto per una giornata di svago.

Benevello (CN) – 11 marzo
Il sentiero dei “Pianeti di pietra”

Partendo dalla sommità del paese, sulla quale sorgono il Castello eretto nel XII secolo e la Parrocchiale, un sentiero immerso nella vegetazione profumata condurrà nel fresco e silenzioso fondovalle caratterizzato dalla presenza del torrente Berria. Dopo aver affiancato un mulino storico di inizio ‘800 si giungerà ad un  sito geologico dove la natura ha creato forme irreali e fiabesche. Affiancando un esteso noccioleto si salirà la collina dominata dal Santuario Madonna della Neve, chiesa di origine quattrocentesca che sorge in luogo panoramico e silenzioso. Il cammino seguirà un sentiero di cresta che riporterà nel territorio di Benevello al Bricco Erba Fresca e alla leggendaria chiesetta Madonna della Langa. Ritrovo a Benevello in Piazza Castello: 9,30. Partenza: 10,00. Pranzo al sacco. Il rientro è previsto per le 16,30. Il percorso è di Km. 14,5. Costo escursione 10€; gratis per i minori di 18 anni.
Per eventuali prenotazioni: 339 65 75 703/ info@terrealte.cn.it

Alessandria – Cittadella – 17 e 18 marzo
Wine Food Festival

Wine-Food-Festival-ad-AlessandriaVino e mondo dell’enologia in una selezione di etichette, cantine e produttori che fanno grande la nostra tradizione vitivinicola. Un grande evento dedicato al vino e alle degustazioni, per gustare e apprezzare le eccellenze DOC e DOCG, abbinate a gastronomia tradizionale dolce e salata. Inoltre ci sarà la possibilità di visitare la Cittadella, fortezza settecentesca ricca di storia e fascino, accompagnati dalle guide del FAI (Fondo Ambiente Italiano).

Vezza d’Alba (CN) – 18 marzo
Da Bricco San Martino alla Madonna dei Boschi

Questa bellissima escursione prevede la visita al sito panoramico dove sorgeva l’antico castello dei Conti Roero, punto tappa della Strada Romantica: lo sguardo si apre a 360 gradi e si possono ammirare le colline della Langa, del Roero e l’arco Alpino dal Monviso alle Alpi Marittime. Si attraversano vigneti di grande pregio e si percorrerà un piacevole sentiero tra boschi e vigneti per risalire sulle assolate creste della Valmaggiore, raggiungendola suggestiva Madonna dei Boschi, Santuario edificato in un tipico “luogo alto” circondato dai boschi e avvolto da un’atmosfera di pace e silenzio. Il rientro avverrà attraversando il suggestivo Bosco di Val Tessera, seguendo il percorso del Sentiero del Tasso. Al rientro per chi lo desidera è prevista una visita con degustazione accompagnata da gradevoli stuzzichini presso una pregevole cantina del territorio. Un brindisi finale è un piacevole momento di convivialità e di conoscenza del territorio. Ritrovo a Vezza d’Alba in Piazza San Carlo alle 9,30. Partenza o 10,00. Il percorso è di circa 11 km. Pranzo al sacco. Il rientro è previsto per le 16. Costo escursione Euro 10 (escluse degustazioni facoltative); gratuità ai minori di 18 anni.
Per le eventuali prenotazioni: 339 65 75 703 / info@terrealte.cn.it

Castello di Pralormo (TO) – Dal 31 marzo al 1° maggio
Messer Tulipano

Un-fiume-di-muscaridi-tra-i-tulipani-a-PralormoCome ogni anno, il piantamento completamente rinnovato nelle varietà e nel progetto-colore ospiterà tante varietà curiose: una collezione di tulipani neri, tulipani pappagallo, viridiflora e tulipani fior di giglio. Le aiuole “serpeggiano” tra gli alberi secolari, mentre nel sottobosco occhieggiano anche ciuffi di muscari, narcisi, giacinti e blue bell. Una nuova zona è stata coinvolta nel piantamento: i visitatori percorreranno un viale di giovani ciliegi giapponesi, nuvole di fiori rosa circondate da tappeti di tulipani dello stesso colore. Inoltre si potranno ammirare tulipani profumati che hanno cento anni, dono di un visitatore. Per trascorrere una divertente e serena giornata all’aperto con tutta la famiglia, il parco offre panchine per riposarsi e fare picnic, una caffetteria ristorante ed infine nel parco, per gli amici a quattro zampe, ciotole d’acqua fresca e, grazie alla collaborazione con Bama Pet, veri e propri Dog Bar.

Monticello d’Alba (CN) – 2 aprile
Pasquetta al Castello

Castello-di-Monticello-dAlbaPer trascorrere con la famiglia e i bambini il pomeriggio di Pasquetta alla ricerca di indizi per comporre un’antica mappa del parco e trovare così un tesoro nascosto. Accompagnati da una guida si conosceranno le antiche leggende del luogo. Un pomeriggio diverso dal solito. In caso di maltempo il gioco verrà riadattato per l’interno.
Costi: gioco per famiglie 5€ a partecipante (prenotazione obbligatoria entro il 30 marzo); visita guidata del castello 7€; visita guidata del parco 4€; visita completa castello e parco 9€. Tel. 0173 364030/3319231050.

Ultimo e non ultimo: Buona Pasqua a tutti e con tutto il cuore!

Wine-Food-Festival-ad-Alessandria

  

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here