La posizione del Movimento 5 Stelle

Fideiussione & Bertetto Center

125

Nel corso dell’ultimo Consiglio comunale del 26 marzo scorso, il Movimento 5 Stelle ha presentato un’interrogazione riguardante la vicenda della polizza fideiussoria falsa che sarebbe stata emessa nell’ambito della realizzazione del Bertetto Center.
Questo il testo: ”La presente interrogazione per avere necessari chiarimenti in merito al falso inerente le polizza fideiussoria assicurativa, rilasciata dalla ditta Bertetto Center sas di Bertetto Lorenzo &c. a garanzia degli oneri concessori di intervento. La fideiussione oggetto del falso è un documento a garanzia rilasciato da un Ente assicurativo e non bancario.
La differenza sostanziale è che il rilascio della fideiussione bancaria avviene esclusivamente a copertura del valore con disponibilità economica sul conto bancario della persona o Società emittente, mentre la fideiussione assicurativa viene emessa in via definitiva a pagamento del premio. E’ risaputo che ogni compagnia assicurativa emette una preliminare bozza recante il testo che deve essere conforme a quanto richiesto dall’ente che riceverà a garanzia tale titolo e solo dopo approvazione e pagamento del premio viene rilasciato il documento effettivo.
Dalla documentazione prodotta, con verbale di deliberazione della giunta comunale del 8 marzo 2018, si rilevano ulteriori errori di comunicazione tra il Comune di Caselle e la compagnia assicuratrice.
A seguito di tutto ciò, si richiede quanto segue: 1) quali sono le motivazioni che non hanno permesso la verifica della veridicità del documento in fase di accettazione, o come mai non è stata fatto il necessario controllo, visto, come sopra indicato, l’elevato rischio di tale garanzia? 2) come può una raccomandata della compagnia Reale Mutua datata 10 gennaio 2018 protocollata con numero 20180005715 in data 27 febbraio 2018 dare risposte relative ad una mail inviata dall’Amministrazione Comunale il 13 febbraio 2018? 3) come può la stessa raccomandata della Reale Mutua citare al punto 2 di risposta una fideiussione a prima richiesta datata 8 febbraio 2018?”.
Il M5S aggiunge: “Siamo basiti per come sia stata gestita la pratica e siamo molto preoccupati sulla superficialità con cui vengono verificate le documentazioni. Vorremmo sapere chi è il responsabile di questa superficialità e vorremmo che questa persona paghi di tasca propria le spese legali che i cittadini dovranno affrontare, i primi ad essere beffati in questa vicenda”.
Nessuna novità proviene dal versante Amministrazione comunale. Le parole del sindaco Luca Baracco: “Al momento non abbiamo novità. Abbiamo dato mandato ai nostri legali per presentare una denuncia-querela e stanno facendo il loro lavoro. Vediamo come procederà l’iter. La polizza in questione era a garanzia di oneri non ancora versati in quanto rateizzati: nulla di anomalo. La scadenza era prevista per metà febbraio ed i nostri uffici hanno sollecitato l’agenzia assicurativa, chiedendo l’eventuale rinnovo della polizza. Non ricevendo risposte, alla scadenza hanno richiesto l’escussione della somma, ricevendo però la lettera in cui l’agenzia comunicava che la polizza non solo non era coperta, ma a loro non risultava neppure emessa”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.