Il gruppo Italia124 di Amnesty International ha avviato nelle scuole di Ciriè e dintorni, per l’anno scolastico in corso, un percorso educativo dal titolo “Insieme contro la violenza”.

Hanno aderito molte scuole, dalle materne alle superiori.Alla fine dell’anno scolastico è stata allestita una mostra degli elaborati prodotti dagli studenti, nella chiesa dello Spirito Santo,  a Ciriè.

Sono state esposte circa 40 “tavole”: n lavoro preciso e accurato, frutto di un encomiabile impegno, toccando una decina di temi, tutti collegabili con la matrice del percorso educativo. Si è riscontrata una buona presenza di pubblico.

Li elenco raggruppandoli per titoli omogenei:

  1. La violenza nelle guerre odierne:La prima guerra del Golfo – Yemen – La violenza in Siria – Il conflitto in Siria – Quando guerre, violenze, pessime condizioni di vita, violano i diritti umani
  2. Migranti e profughi: I profughi – I minori non accompagnati – Dare futuro alla memoria (minoranza etniche) – Il popolo rom – Violenza in Libia –
  3. Sull’ultima guerra mondiale: Canzoni sulla libertà e sulle guerre
  4. Genocidi: La shoah negata degli indiani d’America – Deportazione femminile nel lager nazisti – Mauthausen – Campi di concentramento di Auschwitz
  5. Il razzismo: Il razzismo nei romanzi – Tratta dei neri ieri e oggi –Razzismo sui neri d’America
  6. Espressioni varie di violenzaodierna: La violenza oggi – lo stalking, il bullismo, le baby gang, il cyberbullismo– bullismo omofobo –
  7. Violenza di genere: La violenza sulle donne – Le associazioni che tutelano i diritti delle donne – Trattamento delle donne in Afghanistan e Paesi musulmani – Violenza sulle donne, una vera persecuzione – Omofobia – Stop omofobia – Violenza sulle donne senza fine– Basta violenza sulle donne – Storia delle legislazioni sulla violenza femminile –
  8. Violenza sull’infanzia: Le spose bambine – Pedofilia e pornografia minorile – Bacha bari (bambini afghani abusati) – I bambini non sono cose – Il lavoro minorile – La violenza è l’ultimo rifugio degli incapaci
  9. Interventismo militare: Il mondo deve sapere (interventismo degli USA nel mondo)
  10. Violenza nelle scuole: Il personale docente nel mirino.

Nel complimentarmi vivamente con gli studenti e i loro docenti per l’impegno e la qualità del lavoro, spero che tutto questo non vada perso, e che possa essere disponibile al pubblico in altre date e altri siti. Nel frattempo vorrei smentire coloro che sostengono che i giovani d’oggi sono apatici, indifferenti alle tragedie nel mondo, di ieri e di oggi.

Vorrei inoltre invitare, tutti coloro, dai 16 anni in su, che sono sensibili a questi temi e pensano di poter dare un contributo in termini di tempo,a partecipare alle attività del gruppo locale, che è attivo da trent’anni in zona. I volontari si ritrovano in Via S. Giovanni 8 a Ciriè, la sera del primo martedì di ogni mese. L’attività è rivolta, soprattutto, alla promozione e all’educazione ai diritti umani, nelle scuole di ogni ordine e grado di Ciriè e dintorni. Vorrei ricordare che: Amnesty International è un’organizzazione non governativa indipendente; una comunità globale di difensori dei diritti umani, che si riconosce nei principi della solidarietà internazionale.

Il responsabile del gruppo
Ernesto Scalco

Sono nato a Caselle Torinese, il 14/08/1945. Sposato con Ida Brachet, 2 figli, 2 nipoti. Titolo di studio: Perito industriale, conseguito pr. Ist. A. Avogadro di Torino Come attività lavorativa principale per 36 anni ho svolto Analisi del processo industriale, in diverse aziende elettro- meccaniche. Dal 1980, responsabile del suddetto servizio in aziende diverse. Dal '98 pensionato. Interessi: ambiente, pace e solidarietà, diritti umani Volontariato: Dal 1990, attivista in Amnesty International; dal 2017 responsabile del gruppo locale A.I. per Ciriè e Comuni To. nord. Dal 1993, propone a "Cose nostre" la pubblicazione di articoli su temi di carattere ambientale, sociale, culturale. Dal 1997 al 2013, organizzatore e gestore dell'accoglienza temporanea di altrettanti gruppi di bimbi di "Chernobyl". Dal 2001 attivista in Emergency, sezione di Torino, membro del gruppo che si reca, su richiesta, nelle scuole.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.