Complimenti agli organizzatori! L’Anpi casellese, in collaborazione con AEGIS e Caritas, ha regalato un bel momento di musica, integrazione e riflessione ad un pubblico sempre più numeroso (molte le sedie aggiunte dagli organizzatori mano a mano che la gente arrivava…) e che ha partecipato dall’inizio alla fine dell’ora abbondante regalata dai ragazzi del CoroMoro in un pomeriggio dal meteo incerto, ma che comunque il PalaTenda avrebbe protetto.

Davvero un bell’idea quella della sezione capitanata da Giusy Chieregatti che ha permesso di festeggiare degnamente, seppur il giorno dopo, la festa della nostra Repubblica.

Il CoroMoro sono un gruppo musicale di Ceres nato alla fine del 2014 su iniziativa di Luca Baraldo e Laura Castelli e che raccoglie alcuni richiedenti asilo (di varie nazionalità africane) che nel paesino delle Valli di Lanzo dimorano e cercano di integrarsi. Ieri erano cinque i ragazzi intervenuti a fare musica (e cultura) e cantare in un miscuglio di piemontese, italiano, francese e inglese, tra musica tradizionale piemontese ed italiana, canzoni da loro scritte, ritmi folk e percussioni afro.

A qualcuno potrà sembrare quanto meno buffo che a ricordarci il nostro passato siano una manciata di giovani che proviene da migliaia di kilometri a sud in cerca di un futuro migliore, libero e democratico, ma questo è ciò che si chiama integrazione e intercultura. E proprio questi cinque “stranieri” ci hanno fatto saltare e cantare in conclusione dell’esibizione intonando la nostra (ma che era evidentemente anche loro, vista la passione e l’entusiasmo che ci hanno messo nel cantarla) “Bella Ciao!”.

In chiusura sono interventi anche il parroco Don Claudio, l’assessora alla Cultura Erica Santoro e Giusy Chieregatti. Grazie Anpi! Grazie CoroMoro ed arrivederci!

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here