Mercoledì 30 maggio scorso è stato presentato ufficialmente in Sala Cervi il Progetto VeLa. La sala, forse a causa del forte maltempo, non era gremita. Del progetto Cose Nostre se ne era già occupato in marzo. Riassumendo, dodici Comuni della nostra zona (da Venaria a Lanzo: da qui l’acronimo VeLa) hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per poter partecipare al bando regionale “Percorsi ciclabili sicuri”, sperando di ottenere un cospicuo finanziamento che permetta di implementare la rete ciclabile Corona Verde Stura.

Il bando regionale prevede uno stanziamento pari a 10 milioni di euro complessivi e cofinanzierà i progetti vincenti al 60%. Il progetto che vede coinvolta Caselle prevederebbe una spesa complessiva di 2,9 milioni di euro, con una spesa sul nostro territorio comunale pari a 286 mila euro circa. Come già noto, e ribadito nella serata di presentazione al pubblico, i lavori su Caselle prevederanno la realizzazione di piste ciclabili protette di collegamento tra le future Aree Ata ed il centro storico, oltre a collegare Caselle con Borgaro lungo l’asse strada Aeroporto-strada Torino.

Il presidente del comitato di Borgata Francia Giuseppe Spina ha chiesto se non si potesse ripristinare anche la pista ciclabile lungo la Stura, erosa dal torrente stesso ed in un contesto naturalistico sicuramente migliore, ma la risposta è stata negativa, in quanto questa tipologia non sarebbe prevista dal bando regionale.

La dichiarazione del sindaco Luca Baracco: “Purtroppo l’affluenza di pubblico non è stata eccezionale, forse per via del maltempo. D’altronde non vi era nulla di nuovo, si è trattato solo della presentazione ufficiale alla cittadinanza  del progetto con cui abbiamo partecipato al bando.

Un progetto secondo noi bello ed importante, di implementazione e completamento dell’esistente, di cui stiamo aspettando a giorni la risposta dalla Regione, in quanto la pubblicazione dei risultati del bando era prevista per fine maggio (60 giorni dalla scadenza di presentazione). Siamo fiduciosi perché abbiamo  preparato un progetto importante e completo: inoltre con noi ci sono alcuni partner come, ad esempio, il Parco della Mandria. Una buona notizia è che la Regione ha deciso di aggiungere altri due milioni di euro di stanziamento: siamo quindi arrivati a 12 milioni disponibili”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.