Lunedì 19 novembre. Conferenza stampa del M5S in Regione. Il consigliere regionale Federico Valetti e il sindaco di Venaria Roberto Falcone: “La mobilità in direzione nord ovest verso Torino ammonta a circa 65 mila spostamenti al giorno. I numeri sono talmente importanti da giustificare la necessità di un intervento. La ferrovia non basta. Venaria e la zona a nord ovest di Torino vogliono essere collegati con il capoluogo anche tramite la metropolitana”Il Movimento 5 Stelle annuncia quindi l’intenzione di richiedere lo studio preliminare di metropolitana sulla direttrice nord ovest per poter chiedere al governo le relative coperture finanziarie.

Martedì 20 novembre. Conferenza stampa della sindaca di Torino Chiara Appendino e dell’Assessora alla Mobilità Maria Lapietra per presentare il tracciato della futura M2. Trentatre fermate lungo un tracciato di 26,5 chilometri. Il percorso si snoderà tra le stazioni Anselmetti a sud e Rebaudengo a nord, per allungarsi a sud-ovest fino a Orbassano e, a nord-est, raggiungere San Mauro, con una deviazione da via Bologna. È questo, tra le sette ipotesi selezionate dagli ingegneri  del Raggruppamento Temporaneo di Professionisti con a capo Systra che si era aggiudicato la gara per la progettazione, lo scenario risultato più performante per la realizzazione dell’infrastruttura al termine della comparazione che ha esaminato domanda potenziale,  costi– benefici, sostenibilità ambientale ed economico-finanziaria.

 

“La linea non verrà chiusa ad anello a Rebaudengo, ma ci sarà un’apertura a Nord Ovest se dovessero emergere necessità in merito” precisa Lapietra su La Stampa del 20 novembre “La prossima settimana Systra riceverà dalla giunta comunale l’incarico di preparare un preliminare complessivo, che comprenda il tracciato base e i prolungamenti. A metà dicembre verrà consegnato il progetto preliminare della tratta base, che sarà completato entro metà giugno 2019 per poi presentarlo a settembre al bando ministeriale per il finanziamento. I lavori saranno messi a bando entro il 2021”.

Sarà curioso visionare come sarà questo progetto complessivo con i prolungamenti, per vedere come si possa pensare di raccordare Rebaudengo con Venaria senza produrre un clamoroso doppione del tunnel ferroviario metropolitano già in fase avanzata di scavo sotto corso Grosseto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here