In molti ce lo chiedono e spesso anche noi ci facciamo mille domande, è umano: dove è finito il Movimento 5 stelle? Sembra retorica ma non lo è.  Il movimento è nato tra i cittadini, semplici cittadini che hanno dedicato per anni il proprio tempo e parte delle proprie risorse, per mettere in atto i principi fondanti. Abbiamo passato anni ad osservare quello che non andava bene e quello che dovevamo cambiare, a tutti costi. A tutti i livelli, dal nazionale al piccolo comune come il nostro, abbiamo studiato, capito come è organizzata la macchina delle determine, dei bilanci amministrativi,  delle mozioni ed il funzionamento dell’amministrazione, dalla gestione regolare fino alle eccezioni ed emergenze. Abbiamo fatto centinaia di riunioni, abbiamo cercato di divulgare i nostri ideali, parlando con le persone, facendo banchetti, colloquiando con i gruppi dei comuni limitrofi, con i gruppi regionali, con senatori e parlamentari, sempre molto disponibili al confronto. Abbiamo contrastato quanto è errato da parte di chi amministra il nostro comune. Abbiamo tolto tempo ed energie alle nostre famiglie ma è stata una scelta consapevole, avevamo un obiettivo da raggiungere. A livello nazionale abbiamo dovuto cedere alle collaborazioni con altri partiti per cercare di mettere in atto le nostre idee; a livello regionale siamo rimasti sopraffatti dalla vittoria del centro destra, che purtroppo ha dimostrato grandi pecche, se pensiamo già solo alla gestione della sanità territoriale, all’ammorbidimento verso la lotta alla ludopatia ed altro. A livello comunale rimbalziamo contro una gestione totalitaria, dove la finta collaborazione da parte della maggioranza viene nascosta da delle inverosimili e basite espressioni di stupore e bloccata da votazioni ben orchestrate da pochi personaggi di punta, che decidono il bello e il cattivo tempo, senza ascoltare minimamente le nostre proposte, anzi tacciandoci a volte di silenzio e immobilismo, critica inverosimile. A poco sono servite anche le posizioni assunte con gli altri gruppi di opposizione per evidenziare comportamenti poco consoni a quanto i cittadini si aspettano dalla propria amministrazione.  Eppure molti si chiedono che fine ha fatto il M5S, come se tutto il tempo, tutti sacrifici, gli studi, gli incontri, le discussioni, i confronti non siano avvenuti. I principi nativi del Movimento 5 Stelle di Caselle, rimangono in ognuno di noi. Purtroppo vediamo in molti casi, comportamenti e scelte che sono ben lontani da quelli che erano i presupposti iniziali. Sia ben chiaro: tutto cambia, tutto si evolve e niente e nessuno può rimanere cieco e inflessibile. Spesso però, chi ci osserva non sa che alcune svolte di programma e di comportamenti apparenti, sono dovuti a verità che ti destabilizzano e che necessariamente cambiano il tuo cammino. Così nella politica, come nella vita privata.  Alla domanda iniziale, non ci resta che rispondere in questo modo: nel nostro piccolo siamo qui a disposizione dei cittadini, nulla è cambiato e siamo sempre disponibili per conoscersi, parlare e provare a risolvere i problemi insieme, superando le difficoltà che questa amministrazione ci pone davanti o che non fa nulla per risolvere facilitando la situazione, già resa difficile da questa pandemia. Potete contattarci scrivendoci a m5scaselletorinese@gmail.com .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.