La nostra città ha bisogno di una guida certa sicura ed affidabile. Stiamo assistendo ad uno spettacolo difficile da accettare che non solo non rispetta le regole democratiche, ma che sta prendendosi gioco dei cittadini che, “colpevoli” di disattenzione, non si rendono conto che di tutte le promesse elettorali NEANCHE UNA è stata sviluppata.
Il Sindaco, che da moltissimi lustri siede nel parlamentino cittadino con ruoli di rilievo, ogni cinque anni ci racconta in campagna elettorale insieme ai suoi prodi delfini che:
ristrutturerà la vecchia stazione, ma la vecchia stazione ora potrebbe avere un solo destino, essere abbattuta perché il suo recupero, quand’anche fosse ancora possibile, avrebbe dei costi elevatissimi;
l’area ATA verrà completata in quella legislatura e che pioveranno milioni di euro nelle casse comunali e migliaia di posti di lavoro per tutti i cittadini, per non parlare dell’indotto, insomma un nuovo miracolo economico a Caselle; invece pare che non solo non verrà più realizzata, ma che l’iter di approvazione possa avere delle ombre di illegalità molto preoccupanti;
l’ex Baulino diventerà una bellissima sede comunale per garantire un servizio migliore ai cittadini concentrando i servizi in un unico luogo, peccato che anche questa iniziativa non sia mai partita (e noi diciamo meno male) ed anche su questo progetto la Procura della Repubblica pare stia indagando per possibili irregolarità;
le piste ciclabili saranno realizzate ed avremo una cittadina che invoglierà l’uso delle due ruote a pedali, invece oggi passeggiare con i propri figli in bicicletta è un rischio che molti decidono di non correre;
il central park verrà realizzato e sarà invidiato persino dai cittadini della grande mela, invece pare che anche questo progetto non decolli e che l’ultimo piano regolatore sia stato sbrindellato dalla Regione Piemonte;
l’ex metalchimica smetterà di inquinare e recupereremo questo sito per attività al servizio dei cittadini, invece l’abbandono preoccupante dell’area denuncia inequivocabilmente un totale disinteresse su questo intervento;
i commercianti vivranno una nuova primavera perché vi saranno iniziative solo per loro, invece i negozi continuano a chiudere perché manca completamente una visione su futuro;
la legalità sarà al centro dell’agenda politica, invece sia il codice etico (che impedirebbe in futuro l’accesso in Consiglio Comunale a chi ha precedenti penali GRAVI), che l’attività di commissione vengono dimenticate con astuzia.
Noi di Ricominciamo per Caselle lo diciamo da sempre e siamo certi che se non verrà data una svolta decisa ed un cambio al vertice del nostro comune, il destino di questa città sarà segnato irrimediabilmente, anche perché i “rumor” dei corridoi parlano di un “ritorno al futuro”, di un ciclo perpetuo che riparte da zero. Questa sedia piace troppo e piace sempre agli stessi che ormai da oltre 30 anni fanno fatica ad abbandonarla.
Però una scusa sicuramente ce l’hanno: vogliono portare a termine il loro programma elettorale.

Ricominciamo per Caselle

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.