Bellissimo leggere gli articoli presenti qui su Cose Nostre. Quelli del partito che sostiene la maggioranza, per intenderci. L’ultima volta, come opposizione, siamo stati nel loro articolo la seconda notizia ed alla quarta riga già parlavano di noi. Siamo secondi subito dopo il covid, in pratica. Un risultato eccezionale.

Oppure un segnale di crescente nervosismo all’interno della maggioranza, visti gli ultimi rumors sul possibile candidato sindaco per il centro sinistra. “Un fantasma si aggira per Caselle” era il titolo di un giornale, che forse non a caso ha pensato di parafrasare Marx ed il manifesto del partito comunista.

Altri invece hanno preferito ricordare che la concussione, un reato tra i più spiacevoli per un amministratore, è un semplice infortunio, se commesso da un fantasma.

Ecco, questo è il clima in cui ci dovremo muovere in questi mesi che ci separano dalle elezioni.

Hanno fatto poco o nulla del loro programma elettorale in questi anni, e l’unica soluzione che trovano è quella di sterili attacchi contro chi fa opposizione. O forse qualcosa si sta muovendo: partono dei lavori stradali. Ci siamo goduti le buche e le strade dissestate per 4 anni e mezzo, ma negli ultimi sei mesi (come al solito, ovviamente) ci godremo i cantieri delle opere di asfaltatura. E via così per altri 5 anni.

A meno che gli elettori non decidano diversamente. Soprattutto decidano di esprimersi quelli che 5 anni fa avevano preferito stare a casa. Aveva votato la metà scarsa degli aventi diritto. Pochi, per contrastare quelli che godono in un modo o nell’altro di voti sicuri.

Ci vanno persone che si impegnino, che vogliano davvero cambiare. Altrimenti ci ritroveremo nello stato attuale per altri anni.

Noi ci saremo, come gruppo Caselle Futura, e ci rivolgiamo a quei 7, 8 mila casellesi che non votano per questa amministrazione, o addirittura non hanno votato per nessuno, delusi da un sistema ormai inceppato. Gli altri 2500 ormai sono persi, non cambiano idea nemmeno se vedono un fantasma infortunato, perché, in fondo, a loro questa situazione piace, e porta indubbi vantaggi; voteranno di nuovo compatti per l’attuale sistema che governa la città.

Ma ci sono per loro sfortuna anche gli altri. E gli Altri siamo Noi.

Nel frattempo la vita amministrativa sembra del tutto ferma. A parte le cose di una normale routine, si vede davvero poco altro. I fondi del PNRR per Caselle sono perduti definitivamente, e le flebili giustificazioni del sindaco lasciano l’amaro in bocca. Non hanno voluto i fondi gestiti dalla Regione, perché di centrodestra, ed ora sono scaduti anche i termini per accedere a quelli gestiti dalla ex Provincia, che invece è guidata dal centro sinistra. Il termine era il 26 gennaio, ed anche stavolta nessun progetto presentato. Incomprensibile: quasi tutti gli altri Comuni si sono dati da fare, tranne il nostro. Perché?

L’operato di un’amministrazione, ancor più se decennale, o sarebbe meglio dire ventennale, come questa, lo possono e lo devono giudicare gli elettori. Gli Altri elettori. Staremo a vedere se prevarrà la delusione o la solita illusione.

Dott. Andrea Fontana

Caselle Futura

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.