Rientrando dalla pausa estiva ritroviamo, come era facilmente prevedibile, una situazione economica e sociale particolarmente complessa: conflitto in Ucraina, caro-bollette, aumento dell’inflazione. A tutto questo si è aggiunta la crisi di governo di questa estate che ci ha portati all’indizione delle ormai imminenti Elezioni Politiche del prossimo 25 settembre. In ambito locale riprendiamo gli spunti di maggior interesse relativi alla seduta del Consiglio Comunale svoltosi venerdì 29 luglio: in un clima più disteso di quello che ha caratterizzato la seduta di insediamento sono stati tanti i punti trattati. Al punto inerente gli “Indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso Enti, Aziende ed Istituzioni”, la Maggioranza ha accolto 6 dei 7 emendamenti che il nostro Gruppo ha proposto per aggiornare e completare un documento ormai “datato” fornendogli maggiori caratteristiche di trasparenza e di coerenza con le esigenze odierne. È stata accolta la mozione sulle presidenze delle Commissioni Consiliari con la quale si è proposta una più equilibrata ripartizione delle stesse in modo da permettere a ciascun gruppo di svolgere compiutamente il proprio compito di indirizzo e di controllo. È stata, invece, bocciata dalla Maggioranza la mozione ad oggetto “Rinuncia agli aumenti indennità di funzione di Sindaco, Vicesindaco, Assessori e Presidente del Consiglio Comunale” con la quale si era proposto, visto il difficile momento in cui versano molte famiglie e imprese, di non dar corso al momento agli aumenti delle indennità di funzione degli Amministratori Pubblici: riteniamo sia stata, al di là dei meri importi economici, un’occasione persa da parte della Maggioranza per dare ai cittadini un segnale di sobrietà vista la difficile congiuntura attuale. Nella stessa seduta sono state presentate da parte del Gruppo “Caselle per tutti” sei interrogazioni su argomenti riguardanti la vita concreta dei nostri concittadini. Sono state richieste informazioni in merito al ritardo della messa in esercizio della linea ferroviaria “Torino-Ceres”, ai disservizi segnalati da numerosi utenti della linea di pullman “Torino-Caselle Aeroporto”, alle modalità organizzative (con particolare riguardo alla sicurezza) delle manifestazioni cittadine, alle iniziative messe in campo in merito alla pulizia della città ed alla promozione del decoro urbano, alla mancata organizzazione da parte del Comune di un seppur minimo evento a memoria del 30° anniversario della strage mafiosa di via D’Amelio. Nonostante fossero tutti temi urgenti e, pertanto, meritevoli di un dibattito immediato, la Maggioranza ha deciso di non dare risposte durante la seduta del Consiglio rinviando alle sole successive risposte in forma scritta: scelta legittima da un punto di vista regolamentare, ma che evidenzia scarso rispetto dell’organo consiliare e, probabilmente, impreparazione sulle varie questioni. Auspichiamo che, dopo questa prima fase di “rodaggio”, la Maggioranza sia più aperta al confronto (a breve ci si troverà a discutere di questioni dirimenti per la nostra città: bilancio, programmazione urbanistica, tematiche socio-assistenziali, …). Ricordiamo che per rimanere aggiornati sulle attività del Circolo del Partito Democratico di Caselle, del quale la presente lista è espressione, sono a disposizione il sito internet del Circolo (http://www.pdcaselle.it/) nonchè le pagine Facebook del Circolo e della lista stessa utili anche per raccogliere proposte e suggerimenti.

Gruppo Consiliare “Caselle per tutti”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.