19.4 C
Comune di Caselle Torinese
sabato, Luglio 13, 2024

    Tre interrogazioni

    Nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale sono state discusse tre interrogazioni scritte presentate, ai sensi dell’art. 37 del regolamento del Consiglio Comunale, da Progetto Caselle 2027 aventi a oggetto:

    1.    Borgata Madonnina e carenza di servizi, la Borgata Madonnina è stata interessata, negli anni, da rilevanti interventi edificatori con aumento della popolazione residente, in particolare di giovani coppie. Probabilmente, a causa della inefficiente programmazione urbanistico-edilizia che ha interessato la nostra città negli anni passati, le famiglie ivi residenti non hanno accesso ad importanti servizi perché non esiste un parco giochi attrezzato per i bambini, non esiste un piccolo spazio attrezzato per attività sportive light, non sono stati realizzati parcheggi adeguati alla crescita del numero di residenti. Via Garolla e il tratto “storico” di via Castellamonte e zone limitrofe non sono metanizzate e manca l’illuminazione. Via Garolla non è asfaltata e non è manotenuta, il manto stradale e il bordo strada tra via Garolla e via Amedeo di Castellamonte è in stato di abbandono, la vegetazione è fuori controllo con i problemi che ne conseguono. Abbiamo chiesto al Sindaco quali misure intende intraprendere  l’Amministrazione Comunale per porre rimedio alle problematiche evidenziate.

    2.    Criticità dei servizi sociali, un articolo pubblicato su un settimanale locale fornisce una fotografia preoccupante dei servizi sociali perché partendo dalle difficoltà  ad avere risposte da parte di  una famiglia, con gravi problemi, evidenzia forti carenze nella erogazione di servizi sociali sul nostro territorio. Abbiamo, tra l’altro, chiesto al Sindaco e all’Amministrazione Comunale se le notizie pubblicate corrispondono al vero e sono esatte e se non ritiene l’Amministrazione Comunale di invitare, in audizione davanti alla commissione consiliare competente gli operatori dei servizi sociali, al fine di fare il punto della situazione e migliorare la capacità di risposta.

    3.    Beni confiscati alle mafie,  su Geoblog di Libera Piemonte sono elencati due immobili a Caselle confiscati alle mafie, in particolare alla ‘ndrangheta. I beni confiscati alle mafie e alla criminalità organizzata sono quelli per cui è previsto il riutilizzo ai sensi del Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione (D.L. 6/9/2011 n.159) e la legge n. 109/96 ha stabilito il principio del riutilizzo per fini pubblici e sociali di questi patrimoni, al fine di compensare direttamente le comunità sul cui territorio si sono dispiegate le attività criminali e scalzare il valore negativo dei simboli del potere mafioso. Abbiamo chiesto al Sindaco se l’Amministrazione Comunale ha intenzione di chiedere l’assegnazione degli immobili per le finalità di cui alle leggi ricordate e se ha preso contatto con l’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati alla criminalità organizzata ANBSC. Di pubblicare sul sito istituzionale del Comune l’elenco dei beni confiscati alla mafia presenti sul nostro territorio, se non ritiene che la presenza, nella nostra città, di beni confiscati alla ‘ndrangheta rappresenta un serio indizio di “interessamento” da parte della criminalità organizzata.

    Dott. Endrio Milano
    consigliere comunale
    Progetto Caselle 2027
    Lista civica progressista

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    - Advertisment -

    Iscriviti alla Newsletter

    Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

    METEO

    Comune di Caselle Torinese
    nubi sparse
    18.4 ° C
    19.8 °
    16.8 °
    88 %
    4.1kmh
    75 %
    Sab
    27 °
    Dom
    28 °
    Lun
    29 °
    Mar
    30 °
    Mer
    30 °

    ULTIMI ARTICOLI

    SBAF, mamma mia che successo!

    0
    SBAF un grande successo per la prima edizione della Street Beer Alpin Fest, organizzata dal Gruppo Alpini, dai commercianti, dalla Pro Loco...

    Due nuovi militi