Pino Masciari ha dedicato la sua vita e, inevitabilmente,  quella della sua famiglia alla lotta contro la ‘ndrangheta e quindi la notizia della revoca della protezione e della scorta ha scatenato un movimento spontaneo di protesta contro l’ingiusto provvedimento preso dal Ministero degli Interni. Anche il Gruppo di Progetto Caselle 2027 ha deciso di schierarsi apertamente e lo scorso 24 ottobre ha depositato, per l’approvazione da parte del Consiglio Comunale, questa proposta di mozione: Il Consiglio Comunale di Caselle Torinese chiede la revoca immediata del provvedimento del Ministero degli Interni, col quale è stata sospesa la scorta a Pino Masciari e alla sua famiglia.
Premesso che:
– Pino Masciari, imprenditore calabrese, vive sotto protezione perché ha avuto il coraggio di opporsi alla ‘ndrangheta,
– è uno dei primi e più importanti testimoni di giustizia, le sue denunce alla DDA di Catanzaro risalgono a trenta anni fa,
– non solo ha denunciato i mafiosi ma ha anche contribuito a smascherare casi di infiltrazione e collusione con la Pubblica Amministrazione,
– ha dovuto lasciare la Calabria per una “sentenza di morte” emessa dalla ‘ndrangheta,
– Pino Masciari è diventato, suo malgrado, un simbolo vivente della lotta alla ‘ndrangheta e quindi sempre esposto a ritorsioni “per dare l’esempio”
Considerato che:
– chi si oppone alle mafie lotta per la libertà di tutti noi, come gli Antifascisti nel Ventennio e i Partigiani nella Resistenza,
– essendo Pino Masciari  uno dei pochi casi di imprenditore che ha trovato il coraggio di opporsi alla ‘ndrangheta (perché ci vuole coraggio) la revoca della protezione crea grande sconcerto e non aiuta chi è impegnato in prima linea nel contrasto al fenomeno mafioso.
Il Consiglio Comunale di Caselle Torinese:
– chiede la revoca immediata del provvedimento ministeriale e il rispristino della protezione dello Stato a Pino Masciari e alla sua famiglia,
– incarica il Sindaco di inoltrare al Ministro degli Interni, al Prefetto di Torino, al Consiglio Regionale e ai Parlamentari eletti in Piemonte  questo ordine del giorno.
Il Consiglio Comunale altresì impegna il Sindaco e la Giunta Comunale, ad avviare gli atti necessari per il conferimento della cittadinanza onoraria a Pino Masciari.
Nel momento in cui scrivo non si è ancora svolto il Consiglio Comunale, ma non ho dubbi che la mozione verrà approvata all’unanimità.

Dott. Endrio Milano
consigliere comunale
Progetto Caselle 2027 – Lista Civica Progressista

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.