Il treno sta passando … è un treno carico di sogni, idee, progetti, proposte, è un treno che ha la forza dirompente del cambiamento che può fare paura perché cambiare spaventa, nell’immaginario collettivo il salto nel buio e l’ inizio di un percorso che non si sa dove porta può creare timore, ma solo se chi ci guida è incerto e solo se non esistono progetti chiari e decisi, il Movimento 5 stelle invece ha le idee chiare ed è pronto a guidare questo treno con serenità e fiducia ma soprattutto con forza e decisione.

Questo treno è fatto di persone, di cittadini che senza legami dettati da logiche di partito, di interessi e di pressioni esterne ha deciso di metterci la faccia, raccogliere i disagi della quotidianità e di un sistema che graniticamente toglie diritti e servizi in nome della salvaguardia del potere, di vitalizi non meritati, di schiavitù verso le banche e verso l’Europa che non unisce ma punisce.

Molti sono saliti e molti altri saliranno su questo treno, perché rimanere fermi a lamentarsi per poi votare e riconfermare la fiducia a chi ha fatto poco e nulla per migliorare la vita dei cittadini non serve a nulla, la delega in bianco con cui abbiamo delegato chi non meritava la fiducia va ritirata, stracciata e sostituita con la nostra faccia e il nostro cuore.

C’è chi ha già compreso questo messaggio e ha preso posto sul treno, col suo bagaglio di conoscenze, competenze ma soprattutto è carico di una delle qualità fondamentali dell’essere umano e cioè il buon senso del buon padre di famiglia, che mette il bene della collettività davanti al proprio interesse personale.

Non viviamo però nel mondo delle favole, belle e istruttive ma lontane dalla realtà, sappiamo che esistono alcune categorie di persone che non comprendono le logiche del buon senso, perché troppo immerse in un sistema che le avvolge e le costringe più o meno volontariamente a mantenere vivo il sistema terribile degli amici degli amici, che usa sempre e solo il metro dei favori in cambio della fedeltà e che per tutto il resto spinge la polvere e tutto ciò che non funziona sotto il tappeto, fatto salvo fare pulizie nel periodo pre-elettorale.

Perché c’è chi sceglie di vivere un sogno mettendosi in gioco in prima persona e chi si vende al miglior offerente, c’è chi sarà sempre grato ad una guida che ha insegnato cosa vuol dire non delegare più e chi è devoto al burattino di turno manovrato dalle lobby, c’è chi sceglie la coerenza perché è parte del proprio animo e chi si orienta al vento come una banderuola, c’è chi percepisce un problema e nell’ evidenziarlo ne studia subito una soluzione e chi critica gratuitamente, c’è chi ascolta le persone facendo sue le priorità risolvendole e chi distribuisce mance, promesse, favori e voti di scambio, c’è chi mette la faccia e chi delega, c’è chi crede nel cambiamento e pur avendone timore lo affronta e chi vive l’ immobilismo accettando il peggio come inevitabile.

Ma per fortuna la stragrande maggioranza delle persone si riconosce nei “c’è chi” e sa riconoscere chi fa parte dei “e chi” , sono cittadini che sono pronti a mettersi in gioco ma serviva un treno, serviva un sogno attorno al quale unirsi e incamminarsi.

Il treno c’è ..

Il treno sta passando ora …

Se rimani in stazione sai già cosa ti aspetta, sono sempre loro con il loro bagaglio di promesse mai mantenute, se sali a bordo vivrai in prima persona il più grande viaggio mai intrapreso, perché sarà importante raggiungere il punto di arrivo ma sarà altrettanto emozionante e fantastico il cammino per arrivarci.

Non ci illudiamo, sarà impegnativo e difficoltoso ma siamo pronti per affrontare le difficoltà, ci crediamo e sappiamo che anche tu ci credi, non farlo scappare …

Il treno è qui …

Il treno è ora …

Il treno sei tu !

Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here