Alla redazione di Cose Nostre sono arrivate diverse lamentele sul Settembre Casellese: per alcuni cittadini sarebbe stata un’edizione un po’ in tono minore, stanca. Ne abbiamo parlato con l’assessore al Commercio Paolo Gremo e con il sindaco Luca Baracco. Le parole di Gremo: “Dal mio punto di vista, l’edizione 2017 del Settembre Casellese ha aperto, sotto il profilo generale, una strada nuova. Un esempio? Sabato 16 c’erano la Notte Bianca per le strade del centro, più il “Costina Party” al Palatenda: tutto un paese in festa ed in strada.

E’ l’inizio di un qualcosa, di un cambiamento che intendo portare avanti come assessore insieme a tutti quanti: Associazione Commercianti, Pro Loco, associazioni cittadine. Detto questo, ossia che c’è bisogno di cambiare qualcosa per rinnovare, non mi sembra che sia stato un’edizione particolarmente sotto tono.

Abbiamo avuto Notte Bianca, Costina Party, giostre, festa degli Alpini, Giornata dello Sport, Crocetta in Tour, mostre varie: per me sono tantissimi eventi, magari si possono calendarizzare e raggrupparli meglio, in un periodo di tempo più contenuto e meno dispersivo. L’unione fa la forza e si può sempre migliorare, ci mancherebbe.

Non sono invece d’accordo con chi critica le troppe iniziative: per me una traina l’altra, bisogna avere coraggio. Pensi che alcuni amministratori di Comuni limitrofi si sono lamentati perché il successo di alcune iniziative casellesi starebbero “rubando” spazio alle loro: vuol dire che proprio male non facciamo, o no? Per me è stato il mio quarto Settembre Casellese come assessore, ma quanto realizzato finora dev’essere un punto di partenza, non di arrivo, uno stimolo a migliorarsi sempre. Teniamo presente che con la, cosiddetta, circolare Gabrielli, organizzare eventi è sempre più difficile: le norme sulla sicurezza dopo i fatti di giugno di Piazza San Carlo sono sempre più stringenti e molti paesi nei dintorni hanno preferito rinunciare ad organizzare manifestazioni, anche tradizionali, per non sobbarcarsi questo lavorone aggiuntivo.

Ebbene, noi a Caselle mi sembra che di eventi ne abbiamo addirittura organizzati di più: sono le stesse associazioni a non essersi volute tirare indietro. In conclusione, io come assessore sono soddisfatto del risultato di questa edizione del Settembre Casellese: si sta cominciando a lavorare tutti insieme e tutti dalla stessa parte, come piace a me”.

L’opinione del sindaco Luca Baracco: “Lamentele? Un quasi flop? Veramente a me, come all’assessore Gremo, non sono arrivate segnalazioni di questo tipo, anzi… L’edizione 2017 del Settembre Casellese, nonostante le misure restrittive imposte dalle nuove norme sulla sicurezza, è stata, secondo me, perlomeno di pari livello con le più recenti: forse addirittura più ricca e partecipata.

Ci sono stati una decina di concerti, balli, diversi appuntamenti culturali (mostre, serate), Crocetta in Tour, la Notte Bianca, la Giornata dello Sport. Ma non devo dirlo io, basta confrontare il programma di quest’anno con quelli passati. Per carità, tutto è migliorabile e si deve sempre cercare di farlo, ma da qui ad affermare che sia stata un’edizione in tono minore o un flop, mi sembra proprio un’esagerazione”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here