Con la Delibera di Giunta n.23 del 23 novembre scorso, è stata approvata la convenzione con la Scuola dell’Infanzia paritaria “San Michele Arcangelo”.

Come si può leggere nelle premesse, la suddetta scuola ha “finalità educative ed importanza sociale molto rilevante, senza fine di lucro ed aperta alla generalità dei cittadini”. Proseguendo, “la Regione Piemonte, (…) in attuazione della propria legge 28/12/2007 n.28, riconosce la funzione sociale delle scuole dell’infanzia paritarie, ne promuove lo sviluppo e ne sostiene l’attività mediante un proprio intervento finanziario” e che “le scuole dell’infanzia paritarie, per poter accedere ai contributi regionali, devono stipulare e sottoscrivere con i Comuni in cui esse hanno sede apposita convenzione”.
Nella delibera si attesta che, nell’anno scolastico 2013-2014, 86 bambini hanno frequentato la scuola suddetta, sita in via Parrocchia 13.
Vista la prossima scadenza delle richieste di contributo, si è ritenuto necessario stipulare una nuova convenzione che regoli i rapporti con il nuovo Comune per la durata di tre anni (a.s. 2017-18, 2018-19, 2019-20), come previsto dalla Legge Regionale sopracitata.
L’importo del contributo annuo del Comune verrà individuato con un’altra delibera di Giunta. Ovviamente, la scuola dovrà trasmettere un dettagliato rendiconto di come il contributo è stato impiegato.
Intanto, giusto per farsi un’idea, il Comune di Caselle, con la Determina n.546 del 23 novembre scorso, ha erogato il saldo del contributo per il 2016 e l’acconto per il 2017 per la “San Michele Arcangelo”, che ricadeva sotto il territorio mappanese di Caselle per l’appunto.
In base alla convenzione stipulata per il triennio 2014-2017 (ed identica a quella della Scuola Materna “La Famiglia” di piazza Boschiassi), il Comune di Caselle eroga 400 euro per bambino residente iscritto. In base alla determina, i bimbi iscritti (sia per l’anno scolastico 2016-2017, sia per quello in corso) erano 60.
La dichiarazione dell’assessore all’Istruzione Paola Borsello: “Questa scuola rappresenta un po’ il cuore e la storia di Mappano. Attorno al Santuario ed alla scuola materna sono cresciute generazioni di mappanesi, quindi per tutti noi è molto importante. Ovvio che la realtà attuale pone al centro la scuola pubblica, ma la “San Michele Arcangelo” è molto ben gestita da personale preparato.
Con la nascita del nuovo Comune, era necessario garantire la continuità di servizio e minimizzare il disagio per la cittadinanza e l’utenza. Era, naturalmente, intenzione di questa Amministrazione firmare subito la convenzione, che era in scadenza naturale oltretutto con il Comune di Caselle, per minimizzare i disagi e portarsi avanti con la pratica per la richiesta dei contributi regionali previsti per le scuole paritarie.
E’ una scuola che lavora bene e con una gestione ottima: ci è sembrato più che opportuno sostenerla. E’ frequentata mediamente da una sessantina di bimbi. La dirigenza della scuola investe molto sul rapporto coi propri allievi e sulle loro famiglie, con progetti molto belli, all’avanguardia ed in continuità con quelli della scuola primaria pubblica.
Non abbiamo ancora quantificato come Amministrazione il contributo che erogheremo per ogni iscritto, ma sicuramente sarà in linea con quanto erogato finora dal Comune di Caselle”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here