Il 2 febbraio scorso, su decreto (il n.13) del sindaco Francesco Grassi sono state conferite al presidente del Consiglio Comunale Sergio Cretier le deleghe in materia di: Polizia Municipale, Protezione Civile e Sicurezza, Ambiente e Aree Verdi, Politiche per la Casa, Energetiche e Agricole!

Un atto che ha, quasi, del clamoroso, visto che l’esperto Cretier è passato dal ruolo di presidente (non obbligatorio per un Comune della grandezza di Mappano) a quello di una sorta di “super quasi-assessore”, per giunta senza nessun compenso aggiuntivo.

Il “quasi-assessore” è dovuto al fatto che, come precisato nel decreto, in base all’art.24 dello Statuto Comunale, “il sindaco può attribuire a consiglieri incarico di svolgere attività di istruzione e studio di determinati problemi e progetti o di curare determinate questioni nell’interesse dell’Amministrazione”. Tali incarichi, revocabili, “non costituiscono delega di competenza e non abilitano allo svolgimento di un procedimento amministrativo”. In poche parole, Cretier “potrà formulare e presentare” a Grassi “proposte e soluzioni” sulle materie di cui ha ricevuto incarico.

Il decreto specifica ulteriormente che “il consigliere comunale incaricato non ha poteri decisionali”. Il “super” è legato però al fatto che le materie su cui dovrà lavorare il presidente del Consiglio (seppur ufficialmente sotto traccia) sono importantissime per qualsiasi Comune. Oltretutto erano tutte deleghe che il sindaco aveva mantenuto per sé.

Il breve comunicato stampa del sindaco: “Sono felice di annunciare di aver delegato il nostro presidente del consiglio comunale Sergio Cretier su temi fondamentali che riguardano l’ambiente e la solidarietà.

Da questo momento la sua grande esperienza amministrativa sarà dedicata particolarmente alla collaborazione su temi fondamentali come Sicurezza, Polizia Municipale, Protezione Civile, cura dell’ambiente dei parchi e delle aree verdi, la gestione dei rifiuti, le politiche della casa, energetiche e agricole.

La costruzione del Comune di Mappano richiede l’energia e le competenze di tutti e questo è un ulteriore passo avanti. Inutile sottolineare che questo nuovo incarico è totalmente gratuito. Grazie Sergio, avanti insieme!”.

Il commento sulla nomina da parte di Valter Campioni, consigliere comunale di “Uniti per Mappano”: “Prendo atto del fatto che dopo le continue sollecitazioni portate avanti dal nostro gruppo contro gli sprechi e le “cadreghe inutili” il ruolo del Presidente del Consiglio prenda sostanza e quindi mi aspetto che gratuitamente svolga in modo efficace le attività che attengono alle deleghe assegnategli dal  Sindaco.

Mi domando però se le responsabilità o le deleghe di cui si è “spogliato” il sindaco non siano un peso eccessivo per un presidente del Consiglio Comunale. Ad ogni modo faccio i migliori auguri a Sergio Cretier auspicando che i “sermoni“ fatti in Consiglio a Mappano si tramutino celermente in atti amministrativi in grado di garantire lo sviluppo del territorio di Mappano.

Come rappresentante della Lista “Uniti per Mappano” manterrò un atteggiamento fortemente vigile su quanto verrà o non verrà realizzato tenuto conto del fatto che rimane prioritario il problema della sicurezza che ad oggi non mi sembra garantito. Così come continuerò a contrastare la politica degli sprechi: oltre 18.614 euro di spese per incarichi legali con l’intento di impedire lo scioglimento del Cim, 3.600 euro per effettuare l’ audit interno ed infine un altro incarico legale di oltre 10.000 euro per impugnare i bilanci dei comuni cedenti  alla Corte dei conti e al TAR dal 2013”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here