Chi pensa che la fotografia sia un’attività prettamente individuale, dove il fotografo elabora in perfetta solitudine ciò che intende creare e l’immagine che ne scaturisce rimane fine a se stessa, si sbaglia di molto. Bastava infatti intervenire alla serata di Lunedì 26 marzo per capire come la fotografia può diventare un’attività ludica o meglio essere un mezzo per intrattenere un gruppo di persone e “costringerle” a divertirsi insieme.

”Giochiamo coi proverbi“ è stata infatti una brillante intuizione in cui i partecipanti dovevano illustrare un proverbio con delle proprie immagini, mettendo in campo tutta la propria fantasia e inventiva.
La serata ha avuto talmente tanto successo che verrà riproposta quanto prima. Non si vince niente ma  ci si diverte molto. Dovrebbe essere molto interessante anche la 6ª tappa del concorso Photomach il cui tema “Copricapo, cappelli …..” stimolerà i concorrenti a fare con la macchina fotografica una bella ricerca sul campo per trovare il soggetto più originale o l’inquadratura più adatta a mettere in risalto un oggetto che tante persone usano ma che in genere non è mai troppo osservato.
Lunedì 23 Aprile ci ritroveremo per preparare la mostra che Domenica 6 Maggio sarà allestita sotto i portici di Palazzo Mosca in Piazza Boschiassi il cui titolo è “Torino in 3 P” dove P sta per Portici Palazzi Persone. A tutti noi è capitato passeggiare per il centro di Torino e accorgerci che si può camminare per ore senza mai vedere il cielo tanto sono lunghi  i suoi portici. Proseguono ininterrotti da una via all’altra, circondano le piazze abbracciandole in tutta la loro area, ci invitano a proseguire il cammino tenendoci quasi per mano come una madre amorevole. E come un bambino curioso dobbiamo farci coraggio e uscire da essi se vogliamo vedere il resto del mondo: i magnifici palazzi che fanno di Torino una città dalla bellezza struggente, diversa dalle grandi metropoli ma proprio per questo ancora a misura d’uomo. Alzando gli occhi o meglio l’obiettivo in su, si possono vedere particolari architettonici impensabili, prospettive inusuali, fregi e cornicioni di epoche diverse ma tutti estremamente raffinati.
E per chi non ha voglia di camminare basterà recarsi in Piazza Boschiassi Domenica 6 Maggio e in pochi metri senza troppa fatica, si raccoglieranno nel cuore belle emozioni.
Come sempre durante il Maggio Casellese il Circolo Fotografico proporrà presso il Sala Fratelli Cervi il “Festival di videoproiezioni 60 minuti di emozioni” in cui i nostri soci presenteranno le loro ultime videoproiezioni: in particolare vedremo “Khiva” di Gabriele Bellomo, “Mantova” di Michele Brutto, “Polizia” di Daniele Brandolini, “Che bordello” di Cesarina Ruzza e Aldo Croatto, “La costa atlantica del Marocco” di Silvia Sales e Giuseppe Agliani, “Por una cabeza” di Ugo Aimone Cat, “L’anima del marmo” di Doriana De Vecchi e Roberto De Lucia, “Cinque Terre e dintorni” di Giovanni Coizza, “Street’s Photo” di Francesco Scavello “Life” di Doriana De Vecchi, “Verticalità e riflessi” di Roberta Rogina e “Contrasti a Bangkok” di Silvia Sales.
Gli argomenti, come si intuisce dai titoli, sono i più svariati ma tutti sono estremamente interessanti e vale sicuramente la pena vederli. Inoltre durante la serata verranno premiate le foto finaliste del concorso “Vota la foto” cioè le foto della mostra fotografica di Domenica 6 Maggio che avranno ricevuto più voti dal pubblico. 
Partecipate numerosi e trascorrerete una piacevole serata all’insegna della fotografia. Si ricorda che l’ingresso è libero a tutti a partire dalle ore 21.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here