Ritorna Domenica 20  maggio “Tutti per uno, uno per tutti” la terza edizione dell’evento solidale a sostegno del Progetto Protezione Famiglia promosso dalla Faro di Lanzo.

L’evento si svolgerà in una cornice d’eccezione, quella del bellissimo parco regionale la Mandria, mentre il fulcro di tutta la festa sarà come sempre Cascina Oslera.

“Tutti per uno, uno per tutti” è una manifestazione rivolta a chiunque voglia trascorrere un pomeriggio all’aperto e offre intrattenimenti per ogni fascia di età. Per le famiglie e per i più piccoli, sono previsti giochi e magie con simpatici clown; per i ragazzi stimolanti avventure nel bosco accompagnati dalle guide del Parco dell’associazione Arnica, gli adulti, in passeggiata o in bicicletta, potranno raggiungere gli Appartamenti Reali o la Tenuta dei Laghi; per tutte le fasce d’età e fino ad esaurimento posti la possibilità di raggiungere la Tenuta dei Laghi con il Trenino.

Al termine delle attività del mattino è previsto un ricco pranzo pic-nic, e poi ancora l’animazione dei Clown Amici della FARO con sorteggio finale dei premi in palio, fra tutti gli iscritti. Anche quest’anno l’iniziativa sarà completamente a sostegno di un importante Progetto della FARO: il Progetto Protezione Famiglie Fragili.

Progetto nato nel 2002 all’interno della Fondazione FARO in alcuni ospedali torinesi, e in parte della Provincia, è divenuto un Progetto della Rete Oncologica Piemonte e Valle d’Aosta e nell’ultimo anno ha visto un’estensione a livello di tutta la Regione Piemonte.

E’ un progetto che intende prendersi cura del paziente e della sua famiglia sotto tutti gli aspetti, psicologici, sociali, assistenziali quando la malattia interviene a rompere equilibri già precari rischiando di destabilizzare gravemente la famiglia e talvolta anche impedendo le adeguate cure al paziente.

Vengono riconosciute come famiglie fragili quelle famiglie nel cui contesto sono presenti bambini, ragazzi e giovani adulti, oppure dove esistono già malati colpiti da malattia organica o psichiatrica, da disabilità, da dipendenze. Famiglie ristrette, isolate, spesso anziane, o ancora famiglie in cui la malattia crea grave disagio economico. Famiglie in cui si sono manifestati eventi traumatici o gravi lutti così come famiglie appartenenti a minoranza sociale con difficoltà di integrazione.

Se la malattia oncologica, così come tante altre malattie gravi, crea un grave turbamento in ogni famiglia che ne viene colpita, sicuramente in queste famiglie “fragili” i risvolti possono essere drammatici.

Ecco perché la FARO, nel territorio del Distretto di Ciriè dell’ASL TO4, cerca opportunità per raccogliere fondi al fine di sostenere il Progetto e permetterne la massima estensione affinché tutte le famiglie che ne abbiano bisogno possano trovare supporto.

L’evento che si terrà domenica 20 maggio assumerà allora un significato speciale: la consapevolezza che la partecipazione ad una spensierata giornata in famiglia porterà un aiuto e un sorriso in più a chi sta affrontando il difficile momento della malattia ed a ogni partecipante la gioia di aver contribuito con un importante gesto di solidarietà.

Per non perdere l’opportunità di partecipare è consigliato prenotarsi al n. 335.37.35.80 per rendere più agile l’organizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.