Come ratificato con la Delibera di Giunta mappanese n.13 dell’ottobre scorso, i Comuni di Mappano e Leinì hanno sottoscritto una convenzione per “la realizzazione dei lavori di rifacimento della sede stradale e di prevenzione del rischio idro-geologico di Via Galilei ed aree limitrofe” nella zona della Reisina, dove nel settembre 2008, a seguito di un evento alluvionale, ci furono allagamenti in via Galilei (nel tratto compreso tra via Meucci e viale Kennedy).
Com’è noto, nel tratto stradale suddetto, non vi è alcuna linea fognaria per lo smaltimento delle acque meteoriche ed il manto stradale è in condizioni non di certo ottimali. Si è quindi deciso di realizzare una condotta di fognatura bianca dorsale ed un canale, quindi a cielo aperto,  per convogliare le acque nella Bealera Nuova.
In un secondo tempo, verrà rifatta la pavimentazione stradale ed eventualmente realizzato il marciapiede sul lato strada dov’è assente.
Un progetto dei lavori necessari era già stato approvato dal Comune di Leinì nel 2010 ed è stato quindi necessario rivisitarlo. Oltretutto, nel frattempo, una porzione del territorio è passata sotto il nuovo Comune.
Naturalmente, i lavori verranno effettuati dal Comune di Leinì, mentre quello di Mappano si impegna a restituire le somme anticipate dall’Amministrazione comunale leinicese, ovvero circa un terzo dei 550 mila euro necessari alla realizzazione delle opere.
La prima tranche dei lavori è partita nella terza settimana di luglio.
La dichiarazione in merito dell’assessore ai Lavori Pubblici di Leinì, Valter Camagna: “Questa prima tranche di lavori costerà all’incirca 500 mila euro. Perciò il Comune di Mappano dovrà poi restituirci circa 160 mila euro, visto che l’opera ricade per un terzo, grosso modo, sul loro territorio dopo l’istituzione del nuovo ente.
Intendiamo realizzare una condotta di raccolta per le acque meteoriche, unitamente ad un canale di scolo nella parte terminale, per consentire il deflusso delle suddette acque nella Bealera Nuova, per evitare che si ripeta quanto successo nel 2008.
I lavori interesseranno essenzialmente via Galilei, più o meno nel tratto compreso tra strada Fantasia e via Meucci.
Il progetto era già pronto da anni, ma purtroppo non è stato possibile realizzarlo perché i fondi erano bloccati”.
Con questo primo lotto si realizzeranno “solo” le opere di messa in sicurezza idraulica quindi? A quando il rifacimento del manto stradale, piuttosto malconcio, e le altre opere? “Sì, per ora si realizzerà la linea fognaria”, risponde Camagna, “e la chiusura dei lavori è prevista, indicativamente, per metà ottobre prossimo. Seguiranno le altre opere, ma non so ancora dirle esattamente con quali tempistiche. Comunque, non saranno tempi lunghi”.
Il commento del collega assessore mappanese, Massimo Tornabene: “Siamo molto contenti, come Amministrazione, dell’avvio del cantiere di messa in sicurezza di via Galilei.
Ovviamente è un progetto concordato con i colleghi di Leinì, riprendendo il loro progetto originario in attesa di realizzazione. La nostra struttura tecnica non è ancora in grado di portare a termine un simile progetto, perciò ringrazio la struttura tecnica leinicese per il lavoro svolto e la collaborazione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here