Finalmente le lamentele degli utenti, mappanesi e leinicesi, e del Comune di Mappano sui reiterati disservizi della Linea GTT46 hanno sortito un qualche effetto.
Infatti GTT ha risposto ufficialmente, il 19 ottobre, a due proteste scritte (una del 28 settembre, l’altra del 12 ottobre) dall’assessore ai Trasporti Massimo Tornabene.
Nella missiva l’azienda comunica infatti all’assessore che “si sono effettuati dei controlli per verificare quanto segnalato, ed al fine di sopperire ai disservizi citati, ed in particolare per il notevole carico di studenti, si è provveduto ad inserire un autobus snodato da 18 metri, per la corsa in partenza dal Comune di Leinì alle ore 07:22 già dallo scorso mercoledì 17/10/2018”. Prosegue GTT che “inoltre è stato rivisto il programma delle partenze dal Comune di Leinì, aggiungendo una corsa alle ore 6:55, a partire dal prossimo Lunedì 22/10/2018”. Le proteste di utenti e amministratori ha, alla fine, portato un primo risultato, portando l’azienda ad una sorta di “ammissione di colpa”.
Nel frattempo, in data 17 ottobre, l’assessore Tornabene aveva scritto anche al Prefetto, vista la perdurante assenza di risposte da parte di GTT e Agenzia per la Mobilità, sottolineando che si sarebbe anche potuta delineare una situazione degenerante in problemi di ordine pubblico.
Un primo risultato è stato quindi ottenuto, con l’utilizzo di un bus snodato su di una corsa “critica” e l’aggiunta di una corsa ex novo: speriamo sia solo il primo passo di un miglioramento di un servizio che non pare rapportato, a livello di qualità-prezzo, a quanto sborsato dagli utenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here