Andar Per Sagre

Da Torino a Trieste ci sono 552 km (Google Map dixit) di autostrada, meno di sei ore di viaggio; un po’ di più con il camper. Siamo partiti al mattino abbastanza presto e nel pomeriggio eravamo già a zonzo in Piazza Unità d’Italia. Se non ci siete ancora stati vi consiglio di farci un pensierino.

Trieste piazza Unità d’Italia

Trieste è luminosa, dinamica, vivace ed elegante; ha saputo scrollarsi di dosso la polvere di una città di frontiera, senza un futuro certo, che la soffocava solo una ventina d’anni fa. Ora vi sorprende con un centro storico rimesso a lucido, che profuma di storia. Non ha dimenticato il suo passato asburgico, anzi lo esalta nella bellezza dei palazzi, splendido il Castello di Miramare, e nei profumi e sapori dei piatti tipici rivolti più verso nord che verso la pianura padana. D’altronde è passata al Duca d’Austria nel 1382 ed è diventata italiana con la fine della Prima Guerra Mondiale il 4 novembre 1918…cento anni fa, che nel calendario della Storia equivale ad un battito di ciglia.

La Grande Guerra non è poi così lontana per la nostra generazione: i nostri nonni hanno combattuto tra le rocce del Carso, hanno vissuto nelle trincee, hanno visto morire i compagni. Proprio pensando a loro siamo stati al Sacrario di Redipuglia. Era chiuso per i grandi lavori di restauro in vista del centenario della vittoria, ma la sola vista dei suoi 22 gradoni appoggiati sul Monte Sei Busi fa meditare. E’ il più grande Sacrario italiano della Grande Guerra; custodisce i resti di oltre centomila soldati. Abbiamo però potuto visitare il Museo della Grande Guerra. Non è molto vasto, ma merita una sosta, se non altro per onorare le centinaia di migliaia di giovani falciati cento anni fa. Impressionante leggere le perdite riportate da ambo le parti nelle 11 battaglie dell’Isonzo. Il 3 novembre 1918 alle 16,10 reparti di Bersaglieri ciclisti sbarcarono dal cacciatorpediniere Audace, prima nave italiana ad attraccare a Trieste,  e poco più tardi il Generale Carlo Petitti di Roreto proclamò la presa della città in nome del Re d’Italia. Il 4 novembre 1918 entrava in vigore l’armistizio di Villa Giusti firmato dal Generale Armando Diaz. Solo vent’anni dopo i nostri padri rivivevano l’orrore di una guerra. Attimo di riflessione…

Dalla stazione di Trieste tra nuvoloni e schiarite, il giorno dopo un  comodo treno in due ore ci ha portato a Lubjana, capitale della Slovenia. Viaggio bellissimo in una città veramente affascinante.

Perché questa cronaca di una breve vacanza? Intanto per darvi un suggerimento (in linea con la mia rubrica) poi per sottolineare come sia bello e facile viaggiare in tempo di pace. Da 73 anni non soffiano venti di guerra in Europa, perché la nascita dell’Unione Europea li tiene lontani. Cerchiamo con tutte le nostre forze di mantenere questa stabilità.


 

Settimo Torinese TO) – 17 e 18 novembre
Fiera dij coj

Una delle più antiche fiere d’Italia, nata nel 1848 su decreto firmato dal re Carlo Alberto di Savoia. E’ dedicata ad un prodotto agricolo di cui Settimo vanta una rilevante produzione, che in questa occasione sarà proposta a km 0. Dunque una fiera tutta da gustare e da scoprire, con un’area verde, la Vecchia Fattoria, in cui si ripropone una classica aia da cascina con animali da cortile, dimostrazioni di attività artigianali ed agricole del passato e laboratori artistici o giochi a cui partecipare attivamente. Nella Piazza dei Signori saranno allestiti stand gastronomici per la gioia del palato. Tel. 01178028211.

Montà d’Alba (CN) – 18 novembre
Il sentiero del Tartuf…ando

Tra vigne, rocche e ciabot. Escursione autunnale nei luoghi più suggestivi del Roero alla scoperta del pregiato tartufo bianco, la ricerca con il “tabui”, il cane dei trifolau,  e la merenda del trifola. Il percorso inizia nel centro storico dell’abitato di Montà e raggiunge il pittoresco e caratteristico ciabòt Cà d’Avie, percorrendo il Sentiero dell’apicoltura si procede su creste vitate dove si producono i tipici vini del territorio: l’Arneis, la Favorita ed altri ancora e si incrociano altri suggestivi ciabot. Se volete, poi, per concludere in … bontà il  percorso, lungo 14km, ad attendervi c’è la merenda sinoira del trifolau Luca composta da: robiola d’Alba con tartufo nero invernale; crostini con crema tartufata; salame artigianale; formaggi con miele al tartufo; peperoni con bagna cauda serviti tiepidi; acqua – pane – grissini e Barbera montatese. Costo della sola passeggiata 13 €; 15 € con merenda e ricerca del tartufo. Prenotazione obbligatoria on line a Terre Alte – La merenda del trifola.

Ritrovo ore 9.30 – Partenza ore 10  a Montà d’Alba in Piazza Divisione Alpina Cuneense presso il monumento agli Alpini. Rientro previsto per le 16.

Alba (CN) – 24 e 25 novembre
Panettoni sotto le torri

Montà d’Alba

La manifestazione coinvolge le pasticcerie artigianali del territorio albese che producono il panettone fresco, senza conservanti, realizzato secondo un regolamento tecnico con specifici ingredienti, nelle proporzioni stabilite e seguendo le tecniche della lavorazione artigianale. Una elegante struttura prossima al Duomo di Alba raccoglie il meglio delle eccellenze agroalimentari piemontesi e accoglie il visitatore attraverso esperienze sensoriali, laboratori e percorsi didattici. In Piazza Risorgimento dalle 15 alle 17.30. Tel. 0173361051.

Cherasco (CN) – 2 dicembre
Mercatino dell’antiquariato

Il suggestivo centro storico ospiterà questo atteso ed affollato incontro  per il quale verranno allestiti ben 650 banchi e messa in vendita un’enorme quantità di oggetti. Nel corso degli anni è diventato un appuntamento immancabile per migliaia di collezionisti ed appassionati, espositori e visitatori, provenienti da tutte le regioni italiane e dalle vicine Francia e Svizzera. Potrebbe essere l’occasione per scovare idee regalo inusuali in vista del prossimo Natale.
Dalle 9 alle 19. Tel. 0172427050.

Moncalvo (AT) – Dal 5 all’8 dicembre
Fiera del bue grasso

Moncalvo – fiera del bue grasso

Tra la colline del Monferrato astigiano si svolge la fiera dedicata all’eccellenza zootecnica e della cucina piemontese. Si alterneranno maestosi capi bovini a bancarelle, visite culturali e spettacoli teatrali e musicali. Si potranno visitare stalle e cantine che per l’occasione saranno aperte al pubblico. Il pranzo “Buji tut al dì” ( bollito tutto il giorno)  sarà curato dalla Pro Loco, con la continua distribuzione del sontuoso bollito misto. Anche i ristoranti locali serviranno menù composti da appositi piatti a tema. Interessante anche la Mostra oleicola del Piemonte, che presenterà i migliori oli extravergine piemontesi da degustare. Il momento cruciale della fiera sarà in Piazza Carlo Alberto per l’esposizione dei migliori capi bovini provenienti da tutta Italia, che concorreranno per la conquista delle gualdrappe e per il Gran Premio Città di Moncalvo. Tel. 0141.917505.

Morozzo (CN) – 16 e 17 dicembre
 Antica Fiera del cappone

Morozzo – fiera del cappone

Dobbiamo ringraziare Napoleone se ancora oggi si svolge questa fiera, perché proprio al futuro imperatore venivano portate in dono per Natale  le migliori coppie di capponi come regale omaggio. La tradizione supera il corso della storia e ogni anno all’approssimarsi del Natale si ripresenta questa grande manifestazione con un ricco mercato affiancato da momenti culturali. L’Antica Fiera mantiene vive le tradizioni, le consuetudini ed un ricco patrimonio culturale.  Ci sarà la mostra mercato del cappone e dei prodotti d’eccellenza del territorio, con gran pranzo a base di cappone. Inoltre si potranno visitare con guide apposite le aziende allevatrici di capponi. Tel. 0171.772001.


 

MERCATINI DI NATALE

Lago di Viverone (BI) – Dal 24 novembre al 23 dicembre

Tutti i weekend dal venerdì pomeriggio alla domenica sera, le sponde del lago accoglieranno i visitatori che potranno passeggiare tra 60 chalet, oggetti di artigianato locale e specialità gourmet del territorio piemontese e godersi allo stesso tempo la vista dello splendido panorama del lago illuminato. Una grande sfera di luce ospiterà un musical inedito e interattivo, un viaggio nel fantastico mondo della eterea ninfa Albaluce dedicato alle famiglie. Dalle 10.30 alle 23.

Govone (CN) – 17-18-24-25 novembre; 1-2-8-9-15-16-22-23 dicembre

Il Magico Paese del Natale ritorna anche quest’anno per la felicità dei più piccoli e anche dei più grandi. Oltre alla classica casa di Babbo Natale, nel paese in provincia di Cuneo, sarà allestito come da tradizione il caratteristico mercatino di Natale. Oltre un centinaio di espositori, per la maggior parte artigiani e produttori, provenienti da diverse regioni italiane. Dalle 10 alle 19.

Stupinigi (TO) – Dal 6 al 23 dicembre

“Natale è Reale” alla Palazzina di Caccia: la residenza reale alle porte di Torino farà da cornice ad un ricco calendario di eventi che creeranno un’atmosfera natalizia che farà sognare tutta la famiglia. In particolare l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata. Ci saranno: la Casa di Babbo Natale, un grande presepe meccanico, spettacoli teatrale, visite guidate alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, laboratori creativi, letture animate, mostre e l’imperdibile mercatino di Natale coperto con le eccellenze del territorio dove poter fare i vostri acquisti natalizi. Dalle 11.30 alle 19.30.

Rivoli (TO) – Dal 25 novembre al 6 gennaio2019

“Tra case magiche, folletti e laghetti ghiacciati” Rivoli si trasforma in un grande e magico “Villaggio di Babbo Natale” dove i bambini potranno incontrare il vecchietto con la barba bianca ed il vestito rosso e consegnare le letterine con le proprie richieste in attesa del giorno di Natale. Tra le piccole casette di legno in cui è stato allestito il mercatino di Natale (con tanti addobbi, idee regalo e delizie culinarie) troverete la casa di Babbo Natale con la sua camera dove riceve i bambini, la Stanza degli Gnomi dove si trovano i suoi aiutanti che impacchettano i regali, la Casa del Conte Verde che funziona da laboratorio ed il fotografo per immortalare i simpatici momenti trascorsi insieme ai bambini. Oltre a tutto questo, c’è anche il “laghetto ghiacciato”, una pista di pattinaggio aperta tutti i giorni fino all’Epifania. Dal lunedì al venerdì, 25 novembre, 25 dicembre e 1 gennaio: 15.00-19.00; sabato e domenica, 8, 24, 26, 31 dicembre e 6 gennaio: 10.00-13.00 e 15.00-19.00.

Sordevolo (BI) – 11-18-25 novembre; 2-9-8 dicembre

“Mercatino degli angeli”. I grandi angeli posti all’ingresso del paese danno il benvenuto ai visitatori che tra novembre e dicembre arrivano per visitare questo mercatino di Natale. Tra casette di legno e bancarelle potete scoprire manufatti artigianali e diversi prodotti gastronomici del territorio come formaggi, salumi, miele e dolci tipici di questo magico periodo. L’ingresso costa 1 € ed è valido anche per la visita al Museo della Passione della Chiesa di S. Marta aperto negli stessi giorni del mercatino dalle 10.00 alle 18.00.

Santa Maria Maggiore (VB) – 7-8-9 dicembre

Il piccolo borgo piemontese situato in Valle Vigezzo ospita 200 caratteristici chalet di legno dal tettuccio rosso incastonati tra vie e piazzette. Gli artigiani del luogo apriranno inoltre le porte delle proprie botteghe, permettendo ai visitatori di conoscere le tradizioni del territorio. In programma anche visite al Museo dello Spazzacamino, l’eccezionale pinacoteca della Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini, scrigno dei tesori artistici della “Valle dei pittori”, ed anche la neonata “Casa del Profumo”, che rende onore alla storia dell’Acqua di Colonia, nata proprio a Santa Maria Maggiore. Ad accompagnare e scaldare i visitatori ci saranno poi le suggestive stufette ricavate nei tronchi d’abete e le tante delizie locali offerte nei vari punti di ristoro: il vin brulè ovviamente e il corroborante caffè vigezzino, accompagnato dai golosi stincheèt o dalle gustose caldarroste. Dalle 9.30 alle 18.30.

Ricetto di Candelo (BI) – Dal 29 novembre; 6-8-13 dicembre

 “Il borgo di Babbo Natale”, un evento incentrato sulla magia del Natale con protagonisti i bambini ai quali è dedicata la casa di Babbo Natale, con laboratori didattici e un ufficio postale dove Babbo Natale attende le letterine.  Il Mercatino nel Ricetto, ambientato nelle caratteristiche vie del borgo o in una piazza all’ombra di un monumento medievale, offre degustazioni di specialità tipiche natalizie, idee-regalo, artigianato, specialità enogastronomiche, hobbistica, decorazioni per la casa, sculture e ceramica. In programma musiche e appuntamenti dedicati ai bambini con l’Ufficio Postale di Babbo Natale, Laboratori, Spettacoli e Musica. Dalle 10 alle 18.

Crodo (VB) – Dal 7 dicembre al 6 gennaio

“Presepi sull’acqua” di fontane in pietra del ‘600, dei lavatoi dove le donne si ritrovavano un tempo, dei rii che diventano cornici naturali. Uno degli eventi natalizi più particolare, frutto di passione e creatività. Un percorso di magia ed emozioni alla riscoperta di un territorio, quello dell’alta Val d’Ossola, in cui i paesaggi incontaminati si fondono e confondono con le architetture di montagna. Visitabile giorno, ma assai suggestivo la sera quando le luci dei presepi si accendono rendendo l’atmosfera veramente magica. D’obbligo una tappa nei ristoranti locali o presso produttori  tra formaggi d’alpeggio, prelibatezze da forno e salumi d’eccellenza.

Ornavasso (VB) – Dal 17 novembre al 28 dicembre

“La Grotta di Babbo Natale”. La caratteristica dimora di Babbo Natale è situata in una ex cava sotterranea un tempo attiva per l’estrazione del prezioso marmo utilizzato per la costruzione del Duomo di Milano.
Percorrendo 200 metri all’interno della galleria si raggiunge così la grande sala dove Babbo Natale, circondato dai suoi aiutanti twergi,  gli gnomi secondo la tradizione Walser, attende i bambini per una preziosa foto ricordo e per la consegna della letterina.
In programma numerosi spettacoli nel Teatro di Babbo Natale e all’interno del Parco, un’ampia area di 20 mila metri quadrati, sono previsti vari eventi con animazioni, sfilate, spettacoli, renne autentiche e con l’installazione di un grande presepe. All’interno del Parco sarà presente un’area ristoro.
Presente poi, ad un livello inferiore, una seconda cava accessibile dal parco con un trenino sotterraneo. Prenotazioni: www.grottadibabbonatale.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here