Numerosi casellesi hanno segnalato alla redazione di Cose Nostre lo stato di profondo degrado in cui versa piazza Garambois.

Ma chiunque utilizzi il parcheggio (perché quello è la piazza: un parcheggio assai utile alle spalle del centro storico) ha ben chiara la situazione in cui versa l’area: deiezioni canine ovunque -nonostante i cartelli ed il cestino in bella vista piazzati dall’Amministrazione comunale-, vecchie costruzioni diroccate e transennate (qualcuna di proprietà del Comune), parcheggio più o meno selvaggio (seppur la piazza sia vasta, qualche incivile riesce a parcheggiare malamente e dove non deve…).

A parte le abitazioni che si affacciano sulla piazza, esistono solo due realtà “vive”: la sede dell’associazione “Stella Polare” e, appena aperta, quella di “Areariscossioni”, la società che gestisce i due autovelox attivati a metà ottobre sulle ex SP 2 e 13, in zona aeroporto.

Proprio l’apertura della sede della società ha comportato qualche piccola modifica nella “vita” dell’area: l’istituzione di alcuni parcheggi a disco orario di fronte all’ingresso dell’ufficio, con la realizzazione di uno scivolo di accesso al marciapiede.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ma qual è il “futuro” della piazza? Come si può migliorare lo stato di degrado evidente? Lo abbiamo chiesto al sindaco Luca Baracco: “Sì è vero, non è che la piazza si presenti molto bene… Ne siamo informati e consapevoli.
Già il fatto che nasca esclusivamente come parcheggio non presuppone una, per così dire, gradevolezza estetica. Poi il fatto che sia circondata da veri e propri ruderi peggiora la situazione attuale.
Alcuni di questi edifici sono, attualmente, di proprietà comunale e abbiamo alcuni progetti su di essi, ma è prematuro parlarne anche perché la realizzazione non è di certo immediata: a tempo debito, al netto di eventuali cambiamenti cammin facendo, la cittadinanza verrà ovviamente informata”.
“Intanto”
, prosegue il sindaco, “come avrete notato è stata ristrutturata una tettoia e lì si è insediato l’ufficio di Areariscossioni, la società che ha la gestione dei due velox recentemente attivati in zona aeroporto”.
“Per quanto riguarda la questione delle deiezioni canine”
, conclude Baracco, “il ragionamento è ovviamente lo stesso del resto del territorio casellese: dispiace che pochi proprietari incivili si comportino così, a dispetto della stragrande maggioranza che invece raccolgono gli escrementi dei loro amici a quattro zampe. Chi verrà colto sul fatto verrà pesantemente multato: siamo stufi di vedere i marciapiedi insozzati ed è ora perciò di finirla”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here