Il raggiungimento del traguardo dei 50 anni è stato anche l’occasione per rinfrescare il logo dell’associazione. Il logo finora usato era quello sviluppato nel 2000 da Enrico ed Ennio Pavanati.

Il nuovo logo del sodalizio è stato elaborato traendo ispirazione dalle proposte emerse presso le scuole casellesi, a seguito di un concorso svoltosi negli ultimi mesi del 2018. Ventotto sono stati gli elaborati presentati dalle classi dell’Istituto Comprensivo di Caselle e dalla scuola dell’infanzia La Famiglia. Tutti i disegni sono stati esaminati, in forma anonima senza l’abbinamento delle generalità degli autori, da una giuria composta dal Direttivo dell’Associazione e dall’artista casellese Piero Ferroglia.

Il disegno vincitore scelto dalla giuria è il disegno elaborato da cinque bambini, di 5 anni, della classe “Le api” della Scuola La Famiglia di piazza Boschiassi. Essi sono stati premiati nel corso della Conferenza Stampa di sabato 19 gennaio per la presentazione delle attività della Pro Loco connesse al cinquantenario.

Quali sono gli elementi che caratterizzano il disegno?
Li scopriamo con l’aiuto della descrizione che del disegno hanno fatto le maestre.

  • L’aereo. “Ogni giorno, a scuola, lo sguardo incuriosito e sognante dei bambini si rivolge verso l’alto per guardare gli aerei che partono e tornano da un lungo viaggio … Chissà quanti posti belli vedono ogni giorno! Per questo motivo l’aereo occupa la parte centrale del disegno”.
  • La striscia tricolore. Rammenta la nazione di cui facciamo parte.
  • Le quattro case. Rappresentano Caselle nel periodo della peste, quando, secondo la leggenda, solo quattro famiglie erano sopravvissute.
  • Le quattro torri in alto. “Le torri non potevano mancare, perché è la nostra scuola”. Come noto, la scuola La Famiglia è infatti ospitata all’interno del Castello di piazza Boschiassi.
  • Il cerchio. “Il simbolo è tondo perché l’aereo vola intorno il mondo”.

Il nuovo logo è stato quindi sviluppato rielaborando in maniera stilizzata quanto proposto dai bambini. Ci hanno lavorato l’artista casellese Piero Ferroglia e il grafico della Pro Loco Sergio Cugno.

Ecco la sua descrizione tramite 4 passaggi:

  1. Al primo impatto saltano all’occhio i quattro quadrati rossi con bordo nero: essi richiamano le famose quattro case, e costituiscono l’elemento di connessione con il logo precedente e con lo stemma comunale.
  2. Il nastro tricolore, oltre all’appartenenza alla nazione, richiama le cartiere e i filatoi per cui Caselle era nota fin dal Medioevo.
  3. Le figure triangolari, intrecciate fra loro da sinistra verso l’alto, richiamano le scie aeree e l’aeroporto.
  4. Il cerchio ricorda la forma del pianeta, ed è azzurro per simboleggiare i corsi d’acqua, o bealere, presenti nelle nostre campagne e che erano una volta motore fondamentale per l’economia del paese.

Del logo esiste anche la versione con la cifra 50 in primo piano, che verrà utilizzata per tutto il 2019 per i festeggiamenti del cinquantenario.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here