La scuola secondaria di primo grado “Demonte” (per intendersi, quelle che una volta si chiamavano “scuole medie”) ha attualmente la sede principale nell’edificio di piazza Resistenza, vicina al centro storico di Caselle, e la sede distaccata nella zona nuova oltre ferrovia, in strada Salga.

Questo assetto cambierà presto. Nei programmi dell’Amministrazione Comunale casellese, tutte le scuole pubbliche ospitate nel centro storico, sotto il cono di atterraggio degli aerei del vicino aeroporto, devono essere rilocalizzate, per un principio di precauzione. Le aule di piazza Resistenza saranno le prime, e l’edificio, confinante sul retro con lo stradone per l’aeroporto, sarà ceduto dal Comune. Il ricavato della vendita servirà a pagare una parte dei costi della rilocalizzazione.

All’Assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Isabella, chiediamo circa lo stato di avanzamento di questa operazione. L’Assessore Isabella: “I progetti definitivi per l’ampliamento della scuola sono pronti. Sono stati discussi ovviamente con le autorità scolastiche, e abbiamo tenuto conto delle loro osservazioni, che hanno comportato un qualche incremento del costo totale dell’investimento, che si aggira ora sui 4 milioni di euro. Usciremo presto con la gara d’appalto. La mia previsione è che il cantiere possa aprire quest’anno a giugno, o al più tardi a settembre. La durata dei lavori è stimata in 18 mesi”.

Il progetto prevede di utilizzare il terreno, sul fianco sud dell’edificio esistente, per la realizzazione di una nuova manica, su due piani.

Al piano terreno, un ampio atrio darà accesso a:

  • uffici amministrativi e di direzione
  • sala insegnanti
  • due aule speciali
  • tre aule da 25 posti
  • l’auditorium
  • un blocco servizi.

Al primo piano:

  • sei aule da 25 posti
  • laboratorio lingue straniere
  • laboratorio informatica
  • due aule “attività e progetti”
  • un blocco servizi.

Sul lato nord, allineata con la palestra esistente, è prevista la costruzione di una seconda palestra e di un altro blocco servizi, connessi con collegamento coperto con i locali esistenti.

Per quanto riguarda il problema degli spazi per il posteggio delle auto, all’interno del complesso è prevista una stringa con 9 posti auto, riservati al personale scolastico. All’esterno, lato strada Salga, di fianco all’esistente cabina ENEL, sulla planimetria generale di progetto si vede disegnata un’altra striscia con 15 posti auto. L’assessore Isabella, a proposito della concentrazione di auto negli orari di ingresso-uscita: “Qui parliamo di scuole medie. Ragazzini di 13-14 anni che abitano in Caselle a mio parere potrebbero tranquillamente andare a scuola a piedi, come succede normalmente a Torino”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here