L’Opera Munifica Istruzione organizza il secondo appuntamento di “Santa Pelagia sotto una nuova luce – Un gioiello barocco da riscoprire”, per  domani, sabato 23 marzo, alle ore 15 (primo turno) ed alle ore 16 (secondo turno).

Ogni turno prevede la visita guidata ed il concerto nella splendida Chiesa di Santa Pelagia, via S. Massimo 21, Torino. Posta come fondale a via Santa Croce, la chiesa fu eretta tra gli anni 1769 e 1772, sopra le rovine di una chiesa più antica, per volontà delle monache agostiniane, su disegno dell’architetto torinese Filippo Nicolis di Robilant (1723-1783).

La chiesa fu consacrata il 21 settembre 1772 dall’arcivescovo torinese Francesco Lucerna Rorengo di Rorà ma, nel 1800, le autorità francesi soppressero il monastero affittandone i locali alla Regia Opera della Mendicità Istruita (ora Opera Munifica Istruzione) per adibirli a sede della “scuola di carità” per i poveri.

Dall’invito: “Vi invitiamo al secondo incontro del percorso “Santa Pelagia sotto una nuova luce”, organizzati dall’Opera Munifica Istruzione, per scoprire la Chiesa di Santa Pelagia, splendido esempio dell’aura artistica che ispirava la Torino settecentesca. Parole e musica intorno ad un tema che ha accompagnato, affascinato e ispirato l’umanità sin dalle sue origini: la luce.

In questo appuntamento verrà esplorata la luce nei quadri della chiesa di Santa Pelagia e nella musica di Musorgskij con alcuni estratti da i “Quadri di un’esposizione”. I concerti saranno a cura di Valentina Lombardo, pianista, mentre le visite guidate saranno a cura di Laura Sgarlazzetta, G.I.A Piemonte. L’ingresso è gratuito senza prenotazione (presentarsi in chiesa qualche minuto primo, scegliendo il primo e il secondo turno). Per maggiori info: informa.omi@gmail.com, tel. 011 817 89 68.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here