In Consiglio comunale si è approvata la nota di aggiornamento al Documento Unico di Programmazione (DUP) 2019-2021, approvata in precedenza con Delibera di Giunta n.32 del 21 febbraio scorso.

Cos’è un DUP?
Costituisce la guida strategica ed operativa del Comune e costituisce atto presupposto indispensabile per l’approvazione del Bilancio di Previsione. In base all’art.170 del TUEL, entro il 31 luglio di ciascun anno la Giunta presenta al Consiglio il Documento Unico di Programmazione per le conseguenti deliberazioni; entro il 15 novembre del medesimo anno, con lo schema di delibera del bilancio di previsione finanziario, la Giunta presenta al Consiglio la nota di aggiornamento del DUP stesso. Ma questo è stato un aggiornamento “particolare” dovuto all’arrivo di importanti finanziamenti tra novembre e dicembre 2018: tra questi, i 500 mila euro della Regione per la Stura, i 150 mila per via Cravero, 100 mila euro dal Ministero per la sicurezza delle scuole. Il DUP aggiornato è stato approvato da 12 dei 15 consiglieri presenti (contrari i consiglieri di minoranza Dolfi, Favero e Fontana). Motivo importante per aggiornare il DUP era una circolare dell’ottobre scorso della Ragioneria di Stato che introduceva un’importante novità: in attuazione di due sentenze della Corte Costituzionale, tra le entrate finali per l’anno 2018, gli Enti locali devono considerare anche l’avanzo di amministrazione per investimenti applicato al Bilancio di Previsione del medesimo esercizio.
Con il ritorno al “libero” utilizzo degli avanzi, ovviamente tutti i conti ed i progetti erano da rimodulare: per esempio, la Giunta ha deciso di applicare al Bilancio 2018 parte dell’avanzo accertato del 2017 per un importo superiore ai 3,7 milioni di euro; mentre al Bilancio di Previsione 2019, si è posto il vincolo di destinazione su oltre 2,8 milioni di euro. In parole povere, la disponibilità di investimenti del Comune di Caselle praticamente raddoppia: nel 2019 si avranno poco più di 8 milioni di euro disponibili, anziché poco più di 4; nel 2020 4,5 milioni invece di 2,3; nel 2021 quasi 3,2 milioni anziché quasi 2.
Chiaro che la “parte del leone” la faranno la ristrutturazione del vecchio Baulino ed il raddoppio della Scuola Media di strada Salga, per cui saranno necessari circa 4 milioni per ognuno dei due progetti. Approvata la nota al DUP, si è potuto procedere all’approvazione del Bilancio di Previsione 2019-2021, reso più coerente dalla modifica suddetta.
Come detto dal sindaco Baracco, questo sarà il primo bilancio quasi libero dai vincoli legati alla nascita del Comune di Mappano. Quasi perché tre questioni richiamano ancora all’ex frazione: i risultati delle attività di recupero IMU-TASI per gli anni 2013-2016; la mancata volturazione delle utenze da parte del nuovo Ente; la proroga del comando di personale richiesta dal Comune di Mappano.
Come illustrato dall’assessore al Bilancio, Giovanni Isabella “con la Legge di stabilità approvata dal Governo, sono state abolite due regole fondamentali: il Patto di Stabilità, che ci permette di mettere a bilancio gli avanzi di amministrazione riducendo così il ricorso all’accensione di mutui per avere fondi, cosa che peraltro il Comune di Caselle non fa più da alcuni anni; il blocco dell’aumento dei tributi locali, sempre nell’ottica di avere più disponibilità economica, ma a danno dei cittadini, ed infatti questa Amministrazione continuerà a non voler aumentare i tributi locali, mantenendo però inalterato il livello dei servizi fornito alla cittadinanza.
Il Bilancio di Previsione è stato approvato da 10 consiglieri su 14 (contrari i consiglieri di minoranza Dolfi, Favero, Fontana, Giampietro).

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here