Domani, sabato 13 aprile, alle 20.45, si terrà il terzo e ultimo appuntamento del progetto, a cura dell’Assessorato alle Pari Opportunità e della Commissione omonima, “Donne che cambiano”. Presso la Sala Fratelli Cervi, via Mazzini 60, andrà in scena lo spettacolo teatrale “Figlia di tre madri”. Uno spettacolo incentrato su tre “madri costituenti” torinesi: Teresa Noce, Rita Montagnana e Angiola Minella. Protagoniste in scena Elena Ruzza e Bianca De Paolis, per una produzione a cura di Alma Teatro e Associazione Culturale Terra Terra. L’evento è in collaborazione con la sezione casellese “Santina Gregoris” dell’ANPI. E proprio a Teresa Noce, due ore prima, quindi alle 18,45, verrà intitolato il Palatenda al Prato Fiera. Un’ottima scelta quella di intitolare una struttura largamente utilizzata dalla cittadinanza ad una delle madri costituenti.

Ma una domanda sorge spontanea: il Palatenda è stato senza intitolazione per un ventennio; non si poteva, a questo punto, rimandare la cerimonia d’intitolazione di qualche settimana per consentire i lavori di ripristino della copertura sradicata ad inizio marzo da una tempesta di vento?

Si potevano così fare due cerimonie in una, in un Palatenda messo a nuovo e non tristemente disastrato come appare ora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here