L’ultimo Consiglio Comunale del 25 marzo è stata l’occasione, nello spazio riservato alle interrogazioni, per fare il punto su diverse questioni aperte che stanno riducendo la fruibilità delle infrastrutture pubbliche presenti nel Prato della Fiera, come hanno denunciato diversi consiglieri di minoranza presenti al consiglio.

Ha esordito Dolfi (Movimento 5 Stelle), chiedendo le tempistiche per la risistemazione della pavimentazione in autobloccanti del parcheggio, già oggetto di una sua precedente interrogazione nell’estate scorsa. Ha proseguito Chiappero (Ricominciamo per Caselle), chiedendo notizie sul ripristino della copertura del Palatenda, distrutta nel corso della bufera di vento di lunedi 11 marzo. Infine Favero (Lega) è tornato sulla segnalazione dello stato precario dei punti di prelievo dell’energia elettrica per le manifestazioni che si svolgono nell’area, con tanti quadri appesi e cavi volanti e quindi rischi per la sicurezza.

Sui primi due punti ha fornito immediata risposta l’assessore Isabella: “Per la sistemazione della pavimentazione zona posteggio dovrebbe arrivare entro i prossimi 10 giorni il progetto esecutivo; sicuramente saremo in ritardo per cantierizzare e darlo disponibile per il primo di maggio quando arriveranno le giostre della Fiera; è da valutare se non convenga aspettare ad aprire il cantiere, col rischio di danneggiare se i lavori sono in corso l’attività dei giostrai; decideremo nei prossimi 15-20 giorni, quando avremo esaminato i progetti esecutivi”

“Per quanto riguarda la copertura del Palatenda – prosegue Isabella – è già arrivata, a seguito di indagine di mercato, una prima offerta, non solo relativa alla fornitura ma che comprende anche il montaggio in opera e la verifica statica. Ne stiamo aspettando una seconda e, approvato oggi il bilancio, potremo procedere in tempi brevi all’affidamento, con l’obiettivo di arrivare in tempo utile per la prima manifestazione in calendario, e cioè il Festival del Musical programmato dal 17 al 19 maggio”.

In effetti, quanto anticipato da Isabella si è verificato e qualche giorno dopo il Consiglio Comunale una determina del Capo Settore Lavori Pubblici geom. Castrale, datata 29 marzo, ha formalizzato l’affidamento alla ditta FT Plasteco di Milano della fornitura e posa in opera del telone di copertura. Tale ditta è la stessa che, negli anni 2002/2003, aveva progettato e messo in opera il Palatenda, realizzando i teli di copertura su misura della struttura metallica sottostante. Il prezzo dell’affidamento è di 37.500 €, più IVA. Esso comprende fornitura del telo di copertura (con un tipo di tela maggiormente resistente ai carichi indotti), montaggio con squadra operatori specializzata, rilascio del certificato di corretta posa, smaltimento telo rotto (che trattandosi di rifiuto speciale deve essere smaltito da società iscritta all’albo smaltitori), noleggio di mezzi tipo sollevatore, autogrù, piattaforma articolata.

Se l’ordinazione per la nuova copertura è fatta, permane un’alea circa i tempi con cui il Palatenda ritornerà disponibile. All’80% per il 10 maggio, la stima fatta da Isabella alle associazioni Nonsoloimprovvisando e Pro Loco, che ora devono decidere come gestire tale alea nella conferma o meno delle date delle manifestazioni da loro organizzate, in primis il Festival del Musical.                                                                                                                                   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here