Adesso è ufficiale. Ne ha dato notizia il sindaco Luca Baracco nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale casellese: venerdì 14 giugno, ha annunciato il Sindaco, è partita la lettera con cui si comunica alla ditta SATAC che i primi permessi a costruire, relativi alle opere previste sulle Aree ATA, sono disponibili al ritiro presso gli uffici comunali.

Secondo la prassi, il ritiro di ogni permesso a costruire è condizionato al preventivo pagamento di quanto dovuto come contributi al costo di costruzione od oneri di urbanizzazione. Pagamento al Comune che può avvenire in unica soluzione, oppure rateizzato, previo rilascio di fidejussioni a copertura delle rate successive. Si parla di permessi a costruire al plurale, in quanto ne viene emesso uno per ciascuna delle singole sotto-opere in cui il Caselle Open Mall (COM) è suddiviso, e per ciascuna delle infrastrutture connesse, quali principalmente gli adeguamenti stradali.

Il rilascio non avviene quindi in un’unica soluzione temporale. In questa prima fase dovrebbero essere  rilasciati i permessi a costruire per i fabbricati del COM interni al comprensorio già di proprietà SATAC, esclusi quelli che ricadono all’interno della fascia di rispetto del pozzo della Montrucca; per questi ultimi bisogna aspettare il via libera da SMAT, che arriverà a valle del periodo di prova dei nuovi pozzi al Malanghero. Anche per le opere stradali esterne, comportanti necessità di esproprio, il rilascio dei permessi a costruire avverrà al termine della procedura espropriativa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here