Nel pomeriggio di lunedì 30 settembre sono stati ritirati, presso gli uffici tecnici del Comune di Caselle, i primi permessi a costruire relativi al progetto del COM (Caselle Open Mall). I permessi a costruire sono stati rilasciati alla società SATAC, controllata al 100% da AEDES SIIQ., entrambe con sede in Milano.

In questa prima fase sono stati rilasciati i permessi a costruire per i fabbricati del COM interni al comprensorio già di proprietà SATAC, esclusi quelli che ricadono all’interno della fascia di rispetto del pozzo della Montrucca. Per questi ultimi bisogna aspettare il via libera da SMAT, che arriverà a valle del periodo di prova dei nuovi pozzi al Malanghero. Anche per le opere stradali esterne, comportanti necessità di esproprio, il rilascio dei permessi a costruire avverrà al termine della procedura espropriativa.

Al fine del rilascio dei permessi di costruire il Gruppo Aedes ha versato al Comune di Caselle contributi concessori afferenti agli oneri di urbanizzazione e al costo di costruzione con una prima rata pari a 1,5 milioni di euro; ha inoltre depositato polizze fideiussorie emesse da un pool di istituti assicurativi italiani ed esteri per un importo di oltre 50 milioni. Altre due rate, sempre di 1,5 milioni, saranno versate rispettivamente a marzo e settembre 2020. Infine, un’ultima rata nel 2021, raggiungendo così l’importo totale di 6 milioni di euro.

Giuseppe Roveda, Amministratore Delegato di Aedes SIIQ, ha così commentato:” Siamo molto soddisfatti di essere finalmente arrivati alla fine della fase amministrativa e contestualmente all’avvio delle attività propedeutiche alla fase realizzativa che ci permetterà di sviluppare il primo Open Mall in Italia con caratteristiche di innovazione, sostenibilità e tecnologia all’avanguardia. Inoltre aver scommesso nel 2013/2014 in un cambio sostanziale del progetto durante l’iter amministrativo (dal tradizionale shopping center con un grande ipermercato al concept life style open mall) per recepire l’evoluzione dei nuovi trend di mercato che derivano dalle mutate esigenze e consuetudini dei consumatori, ha pagato e ci consente oggi di disporre di un prodotto innovativo in anticipo sulla concorrenza e affrontare serenamente un investimento strategico per il Gruppo che guarda un orizzonte temporale di lungo termine”.

Il sindaco di Caselle Luca Baracco ha espresso parimenti grande soddisfazione per il raggiungimento di questo traguardo, al termine di un iter amministrativo lungo e complesso. “Un traguardo – aggiunge Luca Baracco – che è in realtà una tappa, dato che con il rilascio dei permessi comincia ora la fase più pienamente operativa di questo progetto. Un progetto nato dalla collaborazione fra pubblico e privato, ognuno rispettando il suo ruolo. Ci tengo infine a ringraziare per il loro impegno funzionari e tecnici del comune coinvolti nei complessi processi amministrativi che hanno portato a questo risultato. Fra l’altro, l’introito di questi primi 1,5 milioni di euro arriva al momento giusto per consentire di sostenere l’investimento per il raddoppio delle scuole medie di strada Salga senza accensione di nuovi mutui”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here