Sta capitando tutto nel raggio di un centinaio di metri, in quello che è il polmone verde della cittadina dell’aeroporto, e, la sera, l’epicentro della movida casellese. In questo ristretto spazio, si fronteggiano da una parte caserma carabinieri e il fabbricato abbandonato dell’ex-Baulino, dall’altra il chiosco La Casetta con l’area gioco per i bimbi, il Palatenda, il giardino pubblico con la zona fitness.

A giugno, poco dopo le riaperture post-Covid, l’intervento dei carabinieri per sanzionare con cinque giorni di chiusura l’attività del chiosco, per inosservanza delle misure di sicurezza anti-Covid, con una coda di polemiche politiche sulla correttezza o meno dei titoli autorizzativi in mano a quell’esercizio pubblico. Domenica 12 luglio, altro episodio di cronaca: due sbandati scavalcano la recinzione dell’ex Baulino, cominciano a devastare alcuni locali dell’ex casa di riposo e, sorpresi in flagrante dai carabinieri della vicina caserma, li aggrediscono e vengono arrestati. Oggi, altra notizia di cronaca, che riporta sotto i riflettori il chiosco: il giovane barista che lavora nel locale è stato sorpreso in flagranza dai carabinieri del maresciallo Fornaiolo mentre cedeva un grammo di sostanza stupefacente a uno studente casellese; la successiva perquisizione nell’alloggio del barista, in via Gobetti a Caselle, ha permesso di scoprire una sessantina di grammi di droga, con bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

Queste le ombre preoccupanti sull’estate casellese al Prato Fiera. A combattere queste ombre, speriamo abbiano successo, oltre alle attività di prevenzione delle forze dell’ordine, le attività che l’Amministrazione Cittadina ha provveduto ad organizzare nel vicino Palatenda: parliamo in particolare delle serate cinematografiche, programmate per quattro lunedì consecutivi, a partire da questo lunedì 20 luglio, nonché i pomeriggi dal martedì al venerdì, quando sotto il tendone si avvicenderanno diverse società sportive del territorio, per il restante mese di luglio e per tutto agosto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.