Giovanni Isabella

18 mesi a disposizione. Questo il tempo residuo che rimane, a questa amministrazione comunale casellese, per portare avanti, prima della scadenza del mandato, le opere pubbliche previste da un programma elettorale che era indubbiamente ambizioso. Facciamo una veloce panoramica sullo stadio di avanzamento delle principali opere, con l’aiuto dell’Assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Isabella.

L’inizio lavori di via Cravero

La nuova pavimentazione di via Cravero. Isabella: “Siamo abbastanza in tabella di marcia. Le maestranze che lavorano nel cantiere, che arrivano dalla Campania, hanno lavorato anche sotto le feste. Ultimata la posa della nuova pavimentazione lato piazza Boschiassi, riapriamo la prima metà della strada utilizzando lo sfogo di via Capuccino e via Basilio Bona. Quando anche l’altra parte di via Cravero fino al semaforo sarà ultimata, passeremo a rifare i marciapiedi, un lato per volta per consentire il passaggio pedonale. Contiamo di finire, meteo permettendo, entro la fine di febbraio”.

Area per l’ampliamento delle scuole medie di Strada Salga

Scuola di Strada Salga. Il raddoppio del plesso delle scuole medie di Strada Salga, ove saranno a fine lavori accolti anche gli studenti del plesso di piazza Resistenza, è indubbiamente l’intervento più corposo fra quelli previsti da questa Amministrazione. Da solo esso impegna quasi la metà degli investimenti previsti dal Piano Triennale (4 milioni di euro, rispetto al totale di 8,5). Le date inizialmente previste per l’avvio di quest’opera non sono state finora rispettate. Isabella: “Purtroppo, siamo stati a lungo fermi in attesa di un passaggio autorizzativo in Regione, che poi, per mutate regole, abbiamo solo di recente scoperto che non era più necessario. Adesso a gennaio avremo dal professionista incaricato l’esecutivo, e poi usciremo con la gara. Come fondi, circa 2,5 milioni sono già disponibili, i restanti dovrebbero arrivare dall’incasso degli oneri di urbanizzazione previsti dal piano triennale; se per caso questi ritardassero, accenderemo un mutuo per completare l’opera”.

Municipio nell’ex Baulino. Un’altra scelta di bandiera di questa amministrazione, osteggiata invece da una parte delle minoranze, che avrebbero gradito altre modalità di riutilizzo dell’edificio, inutilizzato da molti anni. Isabella: “Anche qui ci sono stati rallentamenti rispetto ai programmi iniziali, un po’ per il Covid, un po’ per via del parere della Sovraintendenza che fatica ad arrivare. Appena sarà possibile, partiremo con la gara. Il preventivo di spesa è di 2,4 milioni di euro, da cui bisogna defalcare il valore dei fabbricati di via Cravero e di piazza Resistenza, la cui alienazione sarà compito dell’impresa che vincerà la gara”.

Recupero della vecchia stazione. È fra gli interventi più gettonati dalla cittadinanza. C’è molta attesa per conoscere quale sarà il suo riutilizzo, fra le tante indicazioni emerse dal sondaggio informale tenutosi un anno fa. Isabella: ”L’idea su cui saremmo orientati è quella di realizzare nell’edificio uno spazio teatrale polivalente. Di capienza limitata, perché lo spazio è quello che è. Contiamo questo mese di affidare l’incarico a un professionista che sviluppi l’idea progettuale. Lo stanziamento previsto per quest’opera è di 600.000 euro”.

Messa in sicurezza sponde della Stura. Per questo lavoro, come noto, la Regione ha messo a disposizione del Comune di Caselle 500.000 euro. Isabella: “In questo mese prevediamo di approvare il progetto definitivo approntato dall’ingegnere Cat Genova e sottoposto all’AIPO per l’auspicato benestare, che non dovrebbe mancare visto che il progetto ha recepito i suggerimenti raccolti informalmente presso quell’agenzia. Subito dopo questi passaggi, partiremo con la gara per affidare i lavori”.

Bonifica ex Metalchimica. Isabella: “Abbiamo stanziato 400.000 euro su quel capitolo. Contiamo di dare incarico a un professionista esperto in bonifiche ambientali per aiutarci a capire come procedere”.

La colonnina Telecom di impiccio per la prosecuzione della ciclabile

Piste ciclabili. Entrata in esercizio nell’estate 2019 la ciclopedonale fatta a quattro mani con Borgaro, e arrivata fino al Bennet, si tratta ora di prolungarla verso Caselle. Isabella: ”Già nel rifacimento ad agosto della rotonda del Bennet abbiamo fatto le predisposizioni in vista del prolungamento della ciclabile. Abbiamo ancora in mezzo ai piedi una colonnina Telecom, di cui abbiamo da mesi chiesto lo spostamento perché ingombra. Abbiamo nel frattempo affidato la progettazione esecutiva alla SAT di Settimo, la società in house di cui anche il Comune di Caselle è socio. Per il momento il prolungamento sarà per il tratto su via degli Alpini. La prosecuzione lungo via Venaria in direzione poi di via Circonvallazione e della Stazione GTT richiederà tempi più lunghi, perché su via Venaria pensiamo ad un intervento più complessivo che comprenda anche l’illuminazione pubblica, che ora manca, e l’inizio dello sviluppo del Central ParK. Rientra invece nel progetto Ve.La la realizzazione del tratto fra stazione GTT ed aeroporto”.

Nuovi parchi gioco.  ”Alla SAT abbiamo anche dato l’incarico per gestire progetto e direzione lavori del nuovo parco giochi previsto in via Colombo, nel terreno già acquisito dal Comune a fianco del piazzale di parcheggio. Un altro spazio per i più piccoli sarà attrezzato in piazza Allende, lo spazio erboso ora inutilizzato fra strada Caldano e via Pertini”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.