9.7 C
Comune di Caselle Torinese
mercoledì, Febbraio 28, 2024

Tanti spunti dall’ultimo Consiglio Comunale dell’anno

Sulla vicenda del DUP ancora qualche sassolino nelle scarpe

Sicurezza stradale per via Ciriè e via alle Fabbriche. Il quesito posto dalla lista Caselle per Tutti riguarda il mancato ripristino dei dossi artificiali dopo la conclusione dei recenti lavori stradali. La risposta fornita dal sindaco è che, tenuto conto dei disagi che la presenza dei dossi causa a mezzi di soccorso e persone con problemi di salute, nonché le numerose richieste danni pervenute al Comune, la scelta dell’Amministrazione è stata quella di procedere all’acquisto di un’apparecchiatura per il controllo della velocità più dieci armadi dissuasori, da sistemare in posizioni opportune. Baracco si è dichiarato solo parzialmente soddisfatto: ”Ritengo che su alcuni tratti, come via Ciriè che è tornata ad essere una pista da corsa, i dossi siano l’unico deterrente efficace”.

Un collegamento trasversale sulla direttrice Caselle-Leini-Volpiano? Se ne parla da anni. Nel 2019, ante Covid, ci fu una lettera all’Agenzia per la Mobilità Piemontese  delle amministrazioni comunali interessate ad integrare i servizi a chiamata con un collegamento permanente. Nelle settimane scorse c’è stato un incontro con le principali aziende del territorio (Sagat, Leonardo, Sparco) che potrebbero garantire un flusso di utenti per il tragitto casa-lavoro. Il 19 dicembre sull’argomento è convocata una riunione in Regione. Il sindaco Marsaglia ne riferirà gli esiti nella Commissione comunale competente.

Carenza medici di famiglia e impoverimento della presenza ASL sul territorio. Sul tema della carenza di medici di famiglia a Caselle, acuito dopo il recente pensionamento della dott.sa Lievore, si era già discusso nel precedente Consiglio. A fronte di una nuova interrogazione della lista Caselle per Tutti, il sindaco riferisce circa l’esito della nuova graduatoria regionale, che sembrerebbe prevedere per il nostro ambito (che comprende Borgaro, Caselle e Mappano) cinque nuovi medici. Mettere a disposizione degli spazi (nei locali resi disponibili dal rinnovo della convenzione con la farmacia ASM di via Madre Teresa di Calcutta e nella ex scuola Collodi) a un prezzo simbolico potrebbe essere un fattore attrattivo allo scopo che questi medici scelgano Caselle. Baracco: “Sono circa un migliaio i residenti a Caselle ancora scoperti come medico di base: occorre trattare con l’ASL per una soluzione ponte, perché i tempi di arrivo dei nuovi medici da graduatoria sono ancora incerti”. Un’altra interrogazione viene presentata dal consigliere Milano prendente spunto da una vicenda di carattere familiare, in quanto coinvolge la madre che aveva necessità di un cambio temporaneo di distretto sanitario; in tale occasione il consigliere ha scoperto da un cartello che agli sportelli di via Savonarola non ci sono più dipendenti ASL, ma l’interfaccia per le pratiche amministrative è esternalizzata ad una cooperativa: un ulteriore esempio di impoverimento della presenza ASL sul territorio. Per entrambi i temi il sindaco Marsaglia si impegna a chiedere alla Direzione di ASLTO4 un’audizione urgente.

Ex Collodi: quale il reimpiego dei locali? In risposta a specifica interrogazione di Caselle per Tutti, il sindaco informa che nell’edificio della ex scuola al momento ci sono gli uffici di presidenza e segreteria dell’Istituto Comprensivo, che rimarranno lì fino alla conclusione dei lavori di raddoppio del complesso di strada Salga. Nell’edificio di via Guibert è previsto l’insediamento di un Centro Servizi, che comprenderà: locali per i medici di base, l’Ufficio Verbali ora in piazza Garambois, gli uffici del CIS ora dislocati in strada Leini 18 in spazi difficili da raggiungere per chi ha problemi di deambulazione.

RN1A e aree degradate del centro storico: un milione di euro accantonati per gli espropri. Il provvedimento portato in approvazione riguarda l’implementazione, utilizzando avanzo di amministrazione, dello stanziamento originario di 430.000 euro, destinato agli espropri per le aree da adibire ai servizi del Piano Particolareggiato RN1A. Lo stanziamento viene implementato di altri 526.500 euro per analoghe aree da acquisire in tre zone del centro storico: la casa di via Cravero fronte torrefazione, parte della cascina Chiabotto al fondo di via Roma e l’area Merlo in via Bianco di Barbania dopo la sede dell’Associazione Carabinieri. Il sindaco Marsaglia coglie l’occasione, a proposito dell’intervento sull’area RN1A, per lanciare il messaggio agli operatori: “È l’ultimo giro su quest’area, che da vent’anni attende di essere sviluppata. Se c’è qualcuno che intende fare ostruzionismo, l’area verrà cancellata. Il Comune non può tenere accantonato un milione di euro per fare dei favori ai privati”. Il consigliere Milano anticipa la sua contrarietà, per le aree del centro storico, al fatto che “quei privati che hanno lasciato deperire i loro immobili alla fine li premiamo ancora, monetizzando”.

DUP e bilancio di previsione. L’approvazione della nota di aggiornamento al DUP e del Bilancio di previsione 2024-2025-2026, che dal DUP deriva, sono fra quelle all’ordine del giorno le due delibere più importanti per l’ordinaria gestione del Comune. Entrambe passano con i soli voti della maggioranza. La discussione che precede la votazione risente ancora degli strascichi di quanto capitato nel precedente Consiglio, con la sospensione temporanea della seduta provocata dalle osservazioni critiche sul documento del DUP del consigliere Baracco. Osservazioni critiche che vengono esaminate e respinte in una relazione letta dal sindaco Marsaglia. Osservazioni derivanti – secondo Marsaglia – da una lettura superficiale del documento, e che potevano essere chiarite consultando preliminarmente gli uffici. Baracco, nel definire la relazione letta dal sindaco “puntuale e puntuta”, ribadisce con forza che nessun suo intervento intendeva andare contro i dipendenti comunali, preannunciando comunque il voto contrario di Caselle per Tutti. Anche Milano preannuncia per DUP e bilancio il voto contrario della sua lista, motivandolo per la scelta compiuta dalla maggioranza di spendere le risorse comunali per il nuovo municipio, anziché su infrastrutture più utili come un palazzetto dello sport.

2 Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Paolo Ribaldone
Paolo Ribaldone
Dopo una vita dedicata ad Ampere e Kilovolt, ora dà una mano a Cose Nostre

- Advertisment -

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

METEO

Comune di Caselle Torinese
pioggia leggera
9.9 ° C
11.1 °
9 °
90 %
3.6kmh
75 %
Mer
11 °
Gio
12 °
Ven
9 °
Sab
10 °
Dom
8 °

ULTIMI ARTICOLI

Leini, comune virtuoso con 16 defibrillatori

0
Sabato 24 febbraio un bella cerimonia ha incoronato Leini Comune virtuoso: sono ben 16 i defibrillatori oggi attivi sul territorio comunale, di cui 12...

Senza logica