16 C
Comune di Caselle Torinese
venerdì, Giugno 14, 2024

    Il ristorante “Totò e Peppino” non cambierà nome

    Roberto Sciarrillo vince la causa

    C’era una volta a Caselle il ristorante “Totò e Peppino”… No, non preoccupatevi, andate tranquilli, “Totò e Peppino” c’è ancora e il suo titolare Roberto Sciarrillo ne va fiero. E neppure deve cambiare nome, come invece a un certo punto sembrava. Ma cosa è successo? Ce lo racconta il titolare Roberto Sciarrillo, nel suo bel locale dove ci ha ricevuti, nell’edificio di fronte alla Rotonda Ceccotti. Quella dell’aereo, insomma.
    “Perché nella vita di ogni uomo come, in fondo all’anima di ogni donna, c’è sempre una malafemmena”, è quanto leggiamo a preludio su una targa ricordo dell’11esimo premio napoletano “Malafemmena”.
    A mano a mano che sali le scale per arrivare al primo piano ti trovi circondato da quadri e ricordi di Napoli, della Costiera Amalfitana. Ci sono i vecchi Piaggio Ape Calessino, quei caratteristici taxi tuttora utilizzati nella Costiera e ti accoglie l’immancabile profumo di pesce caratteristico dei locali che servono questa prelibatezza. Salta all’occhio però che non ci sono più le foto di Totò, manca pure la poesia ‘A livella” e anche tanti altri richiami al “Principe della Risata”.
    Ma veniamo alla lunga storia che ci ha raccontato Roberto.
    “Poco prima di Natale – afferma Sciarrillo – ricevo una comunicazione giudiziaria da un legale, il quale agisce per conto della nipote e del figlio di Liliana De Curtis, la figlia di Totò”.
    Morto il Principe De Curtis e morta la figlia Liliana, il figlio e la nipote di quest’ultima mi ingiungono di eliminare immediatamente tutti i richiami, il nome, le foto e quant’altro riconducibile a Totò, e mi richiedono anche un risarcimento per avere utilizzato impropriamente le immagini del famoso artista napoletano.”
    Non di questa idea è Roberto Sciarrillo, che invece detiene una dedica autografa di Liliana Decurtis, dove si legge testualmente: “Al Ristorante Totò e Peppino – Liliana Decurtis”. Portato davanti al tribunale di Torino, Sciarrillo si difende davanti al giudice il quale, accertata la veridicità autografa della dedica, attraverso una perizia calligrafa, ritiene che Liliana De Curtis fosse cosciente dell’uso del nome del proprio padre utilizzato per definire un locale commerciale, tanto cosciente da scrivere di suo pugno la dedica al Ristorante “Totò e Peppino” di Roberto Sciarrillo.


    È seguita sentenza con la vittoria in primo grado di Sciarrillo. Bisogna ora vedere se gli eredi Totò intenderanno proporre appello oppure preferiranno finire qui questa storia.
    Comunque sia, uno a zero per Sciarrillo, il quale però pensa anche ai tanti altri suoi colleghi in Italia che, analogamente diffidati dall’usare scritte e immagini simili, non hanno avuto l’autorizzazione della figlia all’uso del nome del grande Principe e, sconsolato, salutandoci ci dice: “E pensare che Totò aiutava i poveri di Napoli e ora questa storia lo farà rigirare nella tomba”.

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Mauro Giordano
    Mauro Giordano
    Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

    - Advertisment -

    Iscriviti alla Newsletter

    Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

    METEO

    Comune di Caselle Torinese
    nubi sparse
    16.2 ° C
    17.6 °
    14.2 °
    82 %
    2.6kmh
    40 %
    Ven
    21 °
    Sab
    21 °
    Dom
    23 °
    Lun
    25 °
    Mar
    25 °

    ULTIMI ARTICOLI

    Voglia di vendetta

    0
    Avete presente che emozioni forti si provano quando si subisce un torto? Sicuramente sì. Si può reagire provando una grande rabbia e si potrebbe...

    Vittoria !