Anticipando il dopo elezioni

99

Con questo articolo vogliamo sottoporre al lettore una fotografia del dopo elezioni. Eh già, il 4 marzo sarà un appuntamento atteso da tutti coloro che hanno a cuore il destino della nostra Nazione.

Purtroppo saranno ancora alte le percentuali di coloro che, oramai stufi della politica stantia e delle false promesse, dalle solite facce che hanno infangato e affossato la nostra bella Italia nei precedenti Governi, riproponendosi con forza e assoluto amore verso i lavoratori, i pensionati e tutte le categorie deboli che hanno visto togliersi ogni dignità, non andranno a esprimere il proprio voto.
Come dargli torto in fondo, in campagna elettorale i soliti ignoti, ma noti colpevoli, hanno fatto promesse di cambiamento su leggi e regole stabilite dai loro stessi governi. I professionisti della politica, così si titolano i vari volti noti, sono anche riusciti a realizzare un forza di sinistra suddivisa in quattro parti di sinistra, e di destra un eguale misura. Già, qui dovrebbe nascere una grande riflessione, esiste un’altra nazione dove nella stessa sinistra ci sia una suddivisione, e così a destra?

Ragionando bene sembrerebbe un ottimo progetto per cambio casacche in corsa senza dover dimostrare il cambio. Anche in occasione delle elezioni amministrative comunali, in tanti comuni, forse per vergogna o forse per tutela, molte liste si sono presentate con liste civiche anziché con il simbolo del proprio partito. Riflessione ovvia degli elettori che ad oggi, nei comuni dove la sinistra ha vinto, non sanno se gli esponenti eletti sono rimasti nel vecchio partito o transitati automaticamente in forze parallele diverse.

La cosa che stupisce è che questi atteggiamenti non sono minimamente democratici, eppure i professionisti si autodefiniscono democratici, dando dei populisti ad altri, forse per paura. Si sa, ogni individuo quando si sente minacciato attacca, insulta, minimizza. Ebbene sì, l’unica cosa di cui siamo certi è che il Movimento 5 Stelle oggi fa paura a questi personaggi. Si ha paura che dopo il 4 marzo vengano a galla troppi errori, vengano a galla inciuci con i poteri forti che hanno visto fiorire i propri interessi a danno delle classi minori.

Siamo sicuri che il 4 marzo confermerà il Movimento 5 Stelle come la maggiore forza politica di Italia. La nostra lealtà ci porterà a formare un governo di persone competenti e non macchiate dagli inciuci di corte o dai poteri forti, questo non darà vita facile alla formazione del governo e alla sua continuazione, lo si è visto con Roma, Torino, Livorno, e altre città minori dove l’Amministrazione è a 5 stelle, ma la perseveranza e le capacità delle persone e dei cittadini eletti avranno sicuramente la meglio, perché l’arma che adotteranno è una e sola, si chiama onestà. Finalmente l’Italia tornerà lentamente a essere quella che realmente è, il bel paese. Ricco di risorse sfruttate male, di attrazioni turistiche sfruttate dalla mal gestione e da interessi illegali, dalla Sanità ridotta in ginocchio per interessi occulti e diversi.

Ci auguriamo solo che i potenti, i professionisti della politica, i furboni delle funzioni non mettano in atto ogni mero e cupo sotterfugio per non farci governare e far ritornare un governo tecnico, che affosserà ancora di più i cittadini italiani, costringendoli a emigrare all’estero per poter trovare un futuro ad ogni età come già avviene in parte oggi. 

Grazie ai cittadini per l’espressione di voto e a tutti coloro che con il proprio consenso hanno dimostrato di avere ancora a cuore la nostra nazione e il futuro delle nostre discendenze.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.