L’offerta culturale della zona a noi circostante è sempre più ampia e ricca di continue novità.
In questo caso è il mondo dello spettacolo e della musica in particolare a regalarci una nuova iniziativa. Infatti, sabato 20 ottobre, alle ore 21, arriverà ad esibirsi a Venaria, nel Teatro Concordia, il noto cantautore bolognese Luca Carboni, già premiato con il disco d’Oro dalla Federazione Industria Musicale Italiana per gli oltre 25mila download del singolo “Una grande festa”.
Si tratta di una figura di spicco nel panorama musicale italiano, ragion per cui è facile che molti giovani (e non solo) del Torinese cercheranno di non farsi sfuggire l’occasione. Da non sottovalutare è anche l’ubicazione del concerto, a Venaria, raggiungibile facilmente sia dalla città sia dalla provincia.
Il motivo principale del tour autunnale è la presentazione dell’ultimo album del cantautore, simbolicamente dedicato al primo corpo artificiale a varcare le soglie delle orbite celesti e alla sua eccezionale impresa che inaugurò una lunga stagione di scoperte letteralmente spaziali, lo Sputnik 1, da cui per l’appunto prende il nome. “Sputnik” è ormai ben il diciannovesimo album dell’artista, contiene nove brani e ha come sempre una copertina speciale, disegnata dall’artista stesso.
Ma resta ancora una chicca non trascurabile per gli appassionati: sul sito dell’Informagiovani di Torino saranno assegnati 4 biglietti omaggio. Come fare per averli? Venerdì 19 ottobre alle ore 15.00 bisognerà essere sul sito pronti a rispondere a un quiz. Gli omaggi saranno assegnati a chi risponderà più velocemente e saranno riservati ai giovani fino a 35 anni.
Ricordate però che vincitori di ciascun contest non potranno partecipare ai successivi due contest, che “ogni vincitore ha diritto ad un solo invito omaggio” e che “gli inviti sono nominativi e non possono essere ceduti.” I vincitori verranno contattati tramite email. Nel caso di parità verrà data la priorità al concorrente più giovane.
Si tratta di un’occasione davvero da non perdere!

Elis Calegari è nato a Caselle Torinese il 24 dicembre ( quando si dice il caso…) del 1952. Ha contribuito a fondare Cose Nostre, firmandolo sin dal suo primo numero, nel marzo del '72, e, coronando un sogno, diventandone direttore responsabile nel novembre del 2004. Iscritto all' Ordine dei Giornalisti dal 1989, scrive di tennis da sempre. Nel corso della sua carriera giornalistica, dopo essere stato anche collaboratore di presdtigiose testate quali “Match Ball” e “Il Tennis Italiano”, ha creato e diretto “Nuovo Tennis”, seguendo per più di un decennio i più importanti appuntamenti del massimo circuito tennistico mondiale: Wimbledon, Roland Garros, il torneo di Montecarlo, le ATP Finals a Francoforte, svariati match di Coppa Davis, e gli Internazionali d'Italia per molte edizioni. È tra gli autori di due fortunati libri: “ Un marciapiede per Torino” e “Il Tennis”. Attualmente è anche direttore responsabile di “0/15 Tennis Magazine”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.