Com’è stato il 2018 della Biblioteca Civica casellese? Cosa ha ideato, organizzato, programmato e gestito questa nostra importante realtà culturale, ospitata da Palazzo Mosca e “capitanata” da Tiziana Ferrettino? Cosa ci aspetta nel 2019? Abbiamo fatto il “riassunto” dell’anno appena trascorso e chiesto un anticipo di ciò che ci aspetterà nel 2019 all’assessore alla Cultura, Erica Santoro: “Cominciamo con qualche numero… Gli iscritti al servizio sono quasi 3.900, mentre i prestiti sono stati oltre 12.600. I giorni di apertura sono stati ben 232, per 23 ore di apertura la settimana e l’orario è stato ampliato proprio nel 2018. Il patrimonio bibliografico generale al 31 dicembre consisteva in quasi 40 mila volumi, di cui 25 mila per adulti ed i restanti per ragazzi. Nel corso dell’anno sono stati acquistati oltre 1850 libri. I più prestati ai ragazzi sono stati tutti quelli della serie “Diario di una Schiappa”di Jeff Kinney  e “Wonder” di R.J. Palacio, oltre a “Le streghe” e “GGG” di Roald Dahl; mentre i più prestati agli adulti sono stati “Arabesque” di Alessia Gazzola, “La ragazza nella nebbia” di Donato Carrisi, “Il mare dove non si tocca” di Fabio Genovesi, ”La signora dello zoo di Varsavia” di Diane Ackerman, “La colonna di fuoco” di Ken Follett, “Lame di luce” di M. Connelly”. “Importante novità del 2018”, prosegue la Santoro, “la creazione, ed è tutt’ora in fase di organizzazione e di ampliamento,  una nuova sezione denominata “Giovani adulti”, pensata appositamente per ragazzi dai 13 ai 18 anni. In questa nuova sezione sono presenti romanzi che contengono racconti visti dagli adolescenti, su tematiche adolescenziali, che “muovono pensieri”, con un linguaggio semplice ma “alto”… Sono presenti in questa nuova sezione, al momento oltre 200 volumi. È stata creata inoltre la sezione “Lettura facilitata per ragazzi”, dove si possono trovare libri con caratteri ad alta leggibilità con caratteristiche grafiche utili ad agevolare la lettura a di chi presenta problematiche di dislessia: 90 i volumi presenti. Sono poi state implementate alcune sezioni della biblioteca: La sezione “Audiolibri”, che conta 220 romanzi, e la sezione “Mamma & Bebè-Nati Per Leggere” che presenta oltre 11 mila libri”. “Sono poi stati organizzati numerosi eventi ed attività”, continua l’assessore, “i laboratori “Nati Per Leggere” realizzati con il contributo del Sistema Bibliotecario di Ivrea, il Bookcrossing fuori dalla porta della biblioteca per consentire il libero scambio di libri a tutti gli utenti, la zona viene continuamente alimentata con i libri che vengono donati dai cittadini casellesi; si è poi proseguito con il “Bookcrossing al Buio” sotto i portici di Palazzo Mosca, uno dedicato alla  “Giornata Internazionale del Libro e del Lettore” in aprile e l’altro dedicato al Natale. Si è poi iniziato il progetto “Knitting in the Library”, ovvero la creazione di un gruppo di lettura a voce alta e lavoro a maglia o all’uncinetto che si svolge tutt’ora  il martedì pomeriggio. Per non parlare poi di “Dona un libro a chi è a letto” per la Asl TO5: sono stati preparati e consegnati, il 26 settembre scorso, 5 scatoloni di libri al fine di creare, nelle diverse strutture sanitarie, delle zone di lettura e di scambio di libri a disposizione dei pazienti e dei loro parenti. Il 9 marzo si è poi organizzato l’incontro con Farhad Bitani, l’autore del libro autobiografico dal titolo “L’ultimo lenzuolo bianco”. Abbiamo poi collaborato, ospitandolo, al corso di formazione multidisciplinare per operatori “Nati per leggere”, oltre ad aver organizzato, insieme all’Ufficio Scuola, il Centro Estivo che, per 7 settimane, ha visto 221 bimbi e ragazzi iscritti”. Mentre in questo inizio di 2019, cosa “bolle in pentola”? “Naturalmente c’è già molta carne al fuoco”, risponde l’assessore, “dalla prosecuzione degli incontri per le classi in biblioteca per le insegnanti che ne hanno fatto richiesta, all’implementazione di tutto il patrimonio bibliografico, dei settori Giovani Adulti, Audio, Lettura a Grandi Caratteri per Ipovedenti, Letture Facilitate con caratteri ad alta leggibilità. Abbiamo poi organizzato, dall’11 gennaio all’8 febbraio, una serie di eventi dedicati alla Shoah dal titolo “Ricordare è dovere” comprendente quattro interventi diversi, presentazione di un libro, proiezione di un docu-film, spettacolo teatrale e una conferenza a concludere. Vogliamo organizzare presso La Casa di Riposo Nuovo Baulino, una zona Bookcrossing con la consegna a breve di 6 scatoloni di romanzi di vario genere. E si è ripartiti, il 19 febbraio, con i laboratori “Nati per Leggere”….Seguiteci, per non perdere le iniziative dei prossimi mesi. E a chi non ci conosce dico: venite in biblioteca per scoprire un mondo nuovo ed affidatevi alla responsabile Tiziana Ferrettino per qualsiasi quesito!”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here