logo-CV-300-297WEBQuando stavamo avviandoci anche noi, un po’ da spettatori  e un po’ da cronisti, verso le grandi fiere primaverili che caratterizzano le nostre due cittadine, Borgaro e Caselle, ci frullava per la testa una canzone che in questi tempi è molto gettonata ed il cui testo dice ritmicamente così: “Passare cliccando sulla tastiera del cuore, si trova amore…si trova amore…”

Non poteva iniziare meglio il nostro girovagare per i banchi a festa con l’intento di scoprire come la grande organizzazione della locale Sezione Borgaro-Caselle, sarebbe stata impegnata per tutte e due le domeniche.

Naturalmente sempre garantendo i servizi urgenti del 118 Regione Piemonte.

Le squadre di turno presso la sede di Cascina Nuova erano rispettivamente la quinta e la seconda, ma un’altra decina di militi si erano assunti l’impegno e l’onore, di prestare e garantire assistenza agli ambulanti ed alle migliaia di cittadini che affollavano tutte le zone mercatali.

Era proprio quella spinta del “cuore” a muovere tanti volontari che hanno silenziosamente prestato il loro importante, indispensabile servizio, passeggiando fra i banchi e scambiando qualche battuta o qualche più lunga chiacchierata, verso tutti coloro che chiedevano informazioni.

Concentrarsi e constatare quanta organizzazione vive all’interno di questi volontari è stato bellissimo: il gruppo dei militi in assistenza era suddiviso in sottosquadre formate da due militi cadauna e che a piedi passeggiavano fra le bancarelle. Le sgargianti divise arancione li rendevano visibili a tutti, rendendo anche indirettamente, una grande funzione sociale e preventiva di sicurezza, non solo in termini paramedici.

Ovviamente la sicurezza era garantita dalle autorità preposte, tuttavia con i militi Croce Verde Torino, si incrociavano anche le squadre della Associazione Nazionale Carabinieri, la Polizia Locale, Carabinieri  della Stazione di Caselle, specificamente preposte all’ordine pubblico.

Così, passeggiando passeggiando, e assaggiando le specialità culinarie offerte da qualche bancarella abbiamo incontrato prima Rosanna e Paolo, poco oltre Angela, Annalisa e Silvio.

Il clima è sempre scherzoso con i militi, giovani o meno giovani, e come non esserlo quando ci si trova di frante a persone la cui voglia di fare supera ogni altro desiderio.

Sovente sentiamo giuste contestazioni verso l’organizzazione in generale, ma sempre costruttive e foriere di partecipazione. Pensiamo solo che uomini e donne, veramente volontari, e non sotto mentite spoglie, trascorrono notti insonni, festività  e domeniche proprio come quelle di cui siamo stati testimoni. Un servizio  lontano da divertimenti o dalla famiglia. Un servizio esemplare, trasversale che supera ogni ideologia politica, religiosa, come è nello statuto di questo grande Ente da 110 e lode. La Croce Verde Torino e le sue sezioni.

Il pomeriggio ha visto una maggiore affluenza di pubblico: intere famiglie, bambini vocianti insieme a voci tonanti di alcuni “battitori”, ci ha  portato alla memoria un pezzo di storia del mercato di via Prè a Genova, immortalato da Fabrizio DeAndrè.  Proprio due “fiere“ da raccontare, come abbiamo voluto fare noi, per ricordare, ancora una volta il grande impegno sociale dei Militi della Croce Verde Torino nella nostra Sezione di Borgaro-Caselle.

In parallelo e nel corso della “Fiera dei rastej e dle capline“ a Caselle, la Croce Verde Torino ha anche fornito assistenza logistica ai Lions Club Venaria Reale Host e ai Lions Club Satellite Caselle Airtport, che con proprie attrezzature e volontari si sono resi disponibili a fornire diagnosi preventive per i casi di glaucoma, diabete e melanoma cutaneo.

A parte vi trascriviamo gli importanti numeri ricettivi.

Con sole sette note si compongono meravigliose melodie, proprio quelle che noi avevamo in mente strada facendo e guardate un po’ cosa riescono a fare con soli 70 militi, i nostri volontari della Sezione Borgaro-Caselle.

L’accoglienza della Sezione è sempre attiva: telefono 011.4501741 info: cv.borgaro@croceverde.org

 

Numeri che contano:

  • 700 visite
  • 150 per la prevenzione melanomi cutanei
  • 250 per il diabete
  • 300 per il glaucoma

“Ottimo risultato” ha  commentato soddisfatta l’avvocato Giuliana Aghemo al termine.

I Lions e la Croce Verde Torino, insieme per migliorare la qualità della vita.

Articolo precedenteSan Maurizio Canavese, rinato il campo da bocce di piazza Marconi
Articolo successivoBorgaro, nominata la nuova Giunta comunale
Mauro Giordano
Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.