La Croce Verde Torino ha discusso e approvato il bilancio 2018 e quello preventivo del 2019.

Numeri consistenti che rendono bene l’idea di quanto importante sia questa associazione nell’ambito della sanità piemontese.

Nella relazione del Presidente Moiso si legge quali sono i cardini della “mission” della Croce Verde Torino: far fronte alle emergenze sanitarie (sistema regionale 118); trasporto sanitario ordinario; protezione civile; soccorso sulle piste da sci; servizi di teleassistenza; assistenza sanitaria a manifestazioni; formazione sanitaria ai cittadini.

Anche la sezione di Borgaro-Caselle è parte di questi numeri e di queste attività, contribuendo giornalmente alla garanzia delle postazioni richieste dal 118 Regione Piemonte, nonché alla assistenza sanitaria a manifestazioni e varie attività collaterali.

Questi i principali numeri che rendono bene l’idea di quanto valore ci sia nei circa 1.400 volontari dell’Ente:
– automezzi in dotazione: 80
– totale servizi svolti nel 2018: 80.040
– totale chilometri percorsi: 1.369.847
– totale convenzioni stipulate con enti pubblici: 18
– totale volontari in servizio: 1.393
– totale ore di volontariato prestate: 341.738
– totale volontari in servizio civile nazionale: 20
– totale personale dipendente iscritto nel libro unico a fine esercizio: 79

Nel corso dell’assemblea, che ha deliberato il bilancio ed alcune variazioni dello statuto sociale per aggiornarlo secondo le nuove disposizioni di legge, sono stati anche nominati sei soci onorari, riconosciuti tali per meriti o valore delle loro prestazioni nel tempo: Antonio Busso, Bruno Maria Frigerio, Mauro Giordano, Mario Manzini, Germana Nano, Antonio Palazzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here