Molti casellesi forse lo ricordano ancora. Quel bel fregio ligneo, con lo stemma di Caselle, di manifattura probabilmente ottocentesca, che sovrastava la bacheca per le pubblicazioni di matrimonio, proprio di fianco alla porta d’ingresso del nostro Palazzo Comunale, in Piazza Europa.

Correva l’anno 2004, e l’imbecillità di alcuni teppistelli nostrani li aveva portati a tentare di dar fuoco all’ingresso del Municipio. L’inizio d’incendio sembrava aver danneggiato irreparabilmente il manufatto, che veniva smontato e messo da parte.

Quei pezzi abbandonati vengono notati, qualche anno fa, dal nostro concittadino Dario Pidello, che chiede al Sindaco il permesso per tentarne il recupero.

Il seguito della storia ce la racconta direttamente Dario: “Sì, sapevo di quei pezzi abbandonati. Era proprio un peccato, perché era un pezzo di nostra storia che si perdeva. Avuto il permesso da Luca Baracco, me li sono portati a casa. Trovato un po’ di tempo per lavorarci sopra, è cominciato il lavoro di restauro. Io mi sono occupato della parte lignea, e ho chiesto l’intervento di Valentina Mauro per il restauro pittorico della parte policroma. Nella foto piccola si vedono i pezzi come erano all’inizio del lavoro: qualche pezzo, troppo consumato dall’incendio, ho dovuto ricostruirlo integralmente, avendo l’accortezza di usare un’essenza di legno diverso dall’originale, per poterli distinguere”.

Il fregio ligneo verrà riconsegnato ufficialmente alla Città, da Dario Pidello e Valentina Mauro, il giorno della Festa Patronale, domenica 15 settembre, con una breve cerimonia alla conclusione della tradizionale Santa Messa celebrata al Palatenda.

 

Rispondi