Una vera e propria tournée natalizia, quella che ha fatto quest’anno il Flight Gospel Choir, nei giorni che hanno preceduto il 25 dicembre.

Sotto lo slogan “Seguendo la cometa”, il coro casellese ha cominciato il tour il 14 dicembre alla casa di riposo di Varisella; tutti casellesi gli appuntamenti successivi: il 15 dicembre al Nuovo Baulino, il 17 al Salone CEM di via Basilio Bona, per chiudere domenica 22 dicembre alla Residenza Aurelia di via Cravero.

“Questa tournée l’abbiamo voluta anche come occasione per rilanciare il gruppo” spiega il portavoce del coro Adelmo Rizzuto. Un gruppo formatosi a Caselle nel 2012, e diventato Associazione Musicale Culturale no-profit a gennaio 2013, avendo come obiettivo principale la promozione della musica, in particolare di genere gospel, sul territorio.

Dopo qualche traversia negli ultimi tempi, dovuta a vari avvicendamenti nel gruppo e al cambio di direttore, il coro ora conta su dieci elementi, diretti dal chivassese Enrico Carpagnano.

“Il gruppo ora è coeso e molto affiatato, e vogliamo crescere. Se qualche altra persona vuole provare ad aggregarsi con noi, è la benvenuta. Noi proviamo solitamente il venerdi sera, nella sala CEM di via Basilio Bona” informa il sig. Rizzuto al termine dell’esibizione alla Residenza Aurelia.

Un’esibizione riuscita ed apprezzata, sia dagli ospiti del soggiorno, che dai molti parenti ed amici intervenuti. Dopo aver toccato gli evergreen della musica gospel e spiritual, un finale piemontesissimo con “La mia mama veul che fila” e “Piemontesina bella”. E’ stato quindi il momento della grande festeggiata del pomeriggio alla Residenza Aurelia, Natalina Enrici Belom, che festeggiava i suoi 99 anni, compiuti il 19 dicembre, e che è stata trascinata in un giro di danza da Romolo, il gestore della struttura.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.