Nelle foto che accompagnano questo articolo, non si vedono né mascherine, né particolari distanziamenti: l’incontro in questione è infatti avvenuto a fine gennaio di quest’anno, poco prima dello scoppio dell’epidemia e della forzata chiusura delle scuole.

Quali i motivi dell’incontro? Lo svolgimento di un progetto scolastico, dal significativo titolo “PICCOLI CITTADINI CRESCONO”. Vi hanno partecipato gli alunni delle classi 3° A e 3 B° del Plesso “Carlo Collodi” dell’istituto comprensivo di Caselle Torinese, guidate dalle insegnanti Vita Interrante, Stefania Sparano e Marianna Pitiddu. Ad attenderli presso il Palazzo di Città, il Sindaco Luca Baracco, l’Assessore alla Pubblica Istruzione Erica Santoro, insieme alla Dirigente Scolastica prof.ssa Giuseppa Muscato.

Nei mesi precedenti, a Caselle si era svolto il sondaggio di idee, aperto a tutti i cittadini e volto a raccogliere spunti per il riutilizzo del fabbricato abbandonato. Sondaggio che ha evidenziato una preferenza complessiva per il riutilizzo sul filone giovanile/culturale.

Anche i bambini, anche loro cittadini, hanno voluto dire la loro. E l’hanno fatto sotto forma di poesia, donata al Sindaco. I concetti esposti nell’elaborato erano frutto di un precedente lavoro, svolto dalle due classi per il concorso nazionale “UN PATRIMONIO DA SALVARE”. Per tale lavoro, gli alunni, dopo aver individuato il sito della vecchia stazione come quello prescelto, hanno deciso di adottarlo. Hanno quindi dato vita a sopralluoghi e sit-in di lettura e pittura, sul prato adiacente la struttura. Da queste lezioni all’aperto, i bambini hanno estratto e racchiuso in forma di poesia i loro sentimenti, ed i sentimenti di tutti coloro che hanno “vissuto” quella stazione nella sua lunga esistenza.

Tutto questo è stato portato, il 29 gennaio, sugli scranni dell’aula consiliare, dove i bambini sono diventati, pieni di entusiasmo ed interesse, amministratori per un giorno.

 

Ci piace pensare che sia stato anche merito di questo interesse ed entusiasmo, se il progetto del recupero andrà avanti.

Nella seduta consiliare del 6 luglio, in sede di approvazione delle destinazioni degli avanzi di amministrazione, parte dei fondi derivanti dagli oneri di urbanizzazione sono stati dedicati al recupero dell’ex stazione GTT.

Passata la pausa estiva, già forse nel mese di settembre – ci conferma il sindaco Luca Baracco – sarà conferito l’incarico professionale per avviare la fase progettuale dell’intervento.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.