Diario Covid, a Caselle e dintorni

16 marzo: il sindaco Baracco emette l’ordinanza per la riapertura del COC, il centro operativo comunale della Protezione Civile; è il segnale del riaccendersi dell’emergenza per l’arrivo della terza ondata.

17 marzo: siamo nei giorni della sospensione del vaccino Astrazeneca. Il Corriere di Torino intervista alcuni medici di famiglia, fra cui il nostro dottor Dinatale, su un nuovo fenomeno: i mutuati settantenni che pressano il loro medico per essere inseriti nelle liste dei pazienti vulnerabili, e ottenere quindi il vaccino Pfizer, anziché il discusso Astrazeneca. “Dottore, ho il diabete alto” dichiarano, sperando in un cambio di fiala.

19 marzo: arriva notizia di tre decessi Covid alla Residenza Aurelia;  il soggiorno per anziani all’inizio di via Cravero, passato indenne attraverso la prima e la seconda ondata, soccombe invece all’arrivo della terza; fra le tre vittime nonna Natalina, 100 anni da pochi mesi compiuti.

22 marzo: nella seduta del Consiglio Comunale il consigliere Fontana avanza proposte per la campagna vaccinale (utilizzo dello scuolabus, o di un servizio taxi, per gli spostamenti dei più anziani; mettere a disposizione dei medici di famiglia casellesi dei locali in via Savonarola). Il sindaco Baracco nella replica informa di avere scritto il 18 marzo all’ASL TO4, dichiarando la disponibilità a consentire l’utilizzo per l’esecuzione dei vaccini degli spazi comunali del CEM di via Basilio Bona e della Casa delle Associazioni di via Madre Teresa di Calcutta. Prosegue  Baracco: “Nei prossimi giorni ci saranno i sopralluoghi congiunti con l’ASL. Nel caso fosse attivata la struttura, potremo contare sul supporto del Gruppo di Protezione Civile Comunale e sui medici di base”.

Studenti fanno scuola sul prato a fianco delle Medie di strada Salga

29 marzo: silenziosa e civile protesta di un piccolo gruppo di studenti e genitori delle Scuole Medie di strada Salga, a favore della ripresa dell’attività scolastica in presenza: sei alunni piazzano sedie e banchetti sul prato a fianco della scuola e assistiti da alcuni genitori, lunedì e martedì fanno le 6 ore di quello che sarebbe il normale orario scolastico. Altre azioni dimostrative no-DAD si svolgono davanti ad altre scuole dell’Istituto Comprensivo di Caselle, come a San Maurizio e in tutto il ciriacese (a pagina 8 l’articolo sulle iniziative del Comitato “Scuole Aperte”).

30 marzo: nel cortile della Cascina Nuova di Borgaro, presso la sede del CIS, il Consorzio Intercomunale dei Servizi Socio-Assistenziali, vaccinazione di ospiti, assistenti e familiari del Centro Diurno per portatori di handicap, che comprende anche il bacino casellese. Sono state iniettate in tutto circa 80 dosi, con l’assistenza del personale della Croce Verde, che ha lì di fianco la sede della Sezione di Borgaro-Caselle.

31 marzo: la Direzione della RSA Nuovo Baulino fa sapere, tramite comunicazione formale (anche in risposta a una specifica domanda posta dal consigliere comunale Fontana nel Consiglio Comunale del 22 marzo), che all’interno della Residenza non c’è attualmente nessun caso di Covid-19; ospiti ed operatori sono tutti vaccinati, anche con la seconda dose; ogni 15 giorni a tutti vengono eseguiti tamponi rapidi; le visite dei familiari sono permesse tramite un locale apposito dotato di vetrata e interfono; inoltre è presente la “camera degli abbracci” donata recentemente alla struttura da parte dei Lions di Venaria. La comunicazione della Direzione del Nuovo Baulino termina confermando che, essendo ora la struttura Covid-free, sono ripresi gli ingressi di nuovi ospiti.

2 aprile:  prime vaccinazioni a Caselle operate direttamente presso gli ambulatori dei medici di famiglia, Campisi, Zavatteri e Dinatale (vedi articolo qui a fianco).

3 aprile: videomessaggio del sindaco Luca Baracco con gli auguri pasquali e un rinnovato invito alla prudenza nei comportamenti; conferma della messa a disposizione nei confronti dell’ASL di spazi comunali per un centro vaccinale a Caselle; infine, comunicazione della riapertura dei termini, dal 6 al 30 aprile, per le domande da parte dei nuclei familiari più disagiati (ISEE sotto i 18.000 euro) dei pacchi con generi alimentari e buoni per le farmacie.

7 aprile: il dato degli “attualmente positivi” al Covid, quotidianamente aggiornato sulla pagina Fb della Protezione Civile casellese, scende sotto quota 100; questa simbolica soglia era stata superata, in salita, esattamente un mese prima, il 7 marzo. Un segno di speranza: forse la terza ondata l’abbiamo passata.

8 aprile: allargando la visuale anche ai comuni nostri vicini, l’andamento in discesa delle curve dei contagi a cavallo del fine settimana pasquale è confermato, anche se con velocità diverse da comune a comune. Ecco i dati per la settimana dall’1 all’8 aprile, desunti dalla mappa regionale: Borgaro 57 positivi (-57), Caselle 91 (-18), Mappano 42 (-15), San Maurizio Canavese 74 (-28), San Francesco al Campo 52 (-8), Ciriè 140 (-16).

9 aprile: un comunicato sul sito del Comune informa dell’annullamento del Lunapark del 25 aprile e della Fiera primaverile che doveva tenersi il 2 maggio.

9 aprile: l’ASL TO4 comunica che un nuovo Centro Vaccinale sarà dislocato a Leinì presso il Centro Servizi della Cittadella dello Sport; sarà attivato nella seconda metà di aprile e potrà servire anche per vaccinare cittadini dei centri vicini.

(continua)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.