La città vive intorno a noi, i colori e le forme degli edifici, delle piazze, della gente scorrono rapidamente dinanzi ai nostri occhi; cogliamo il susseguirsi delle linee, dei volumi e costruiamo così la mappa interiore che ci guida.
I luoghi che frequentiamo vivono altresì dentro di noi, attraverso i suoni e i profumi, mentre le sensazioni differenti da quelle visive compongono la tavolozza con cui definiamo nel pensiero le immagini che non possiamo scorgere.
Nell’edizione 2021 del workshop “Osservo, creo, racconto – Dialoghi tra Arte/Artistico e Architettura: dal disegno alla fotografia al video”, realizzato da docenti e studenti del Corso di Laurea triennale in Architettura del Politecnico di Torino e del quarto e quinto anno del Liceo Artistico “Renato Cottini”, sono stati sviluppati i temi della multisensorialità e dell’inclusione per mezzo di un percorso ove l’interpretazione conseguente all’analisi di Piazza Castello ha dato origine innanzitutto a una serie di elaborati grafici in cui gli allievi hanno mostrato capacità di osservazione, di comunicazione e creatività espressiva.
I docenti Pia Davico (referente scientifico per il Dipartimento Architettura e Design – DAD – del Politecnico), Davide Anzalone (referente scientifico per il Liceo “Cottini”), Ornella Bucolo, Pietro Merlo, Daniela Miron e Claudio Rabino hanno condotto gli studenti in questa esperienza e, successivamente, li hanno accompagnati nell’affrontare il progetto “Oltre la visione”, presa di coscienza di come un non vedente percepisca la città. La seconda parte del laboratorio ha avuto inizio con una visita guidata “a occhi chiusi” in Piazza Castello e il lavoro è proseguito grazie all’apporto didattico di Grazia Baroni, professoressa di storia dell’arte e architetto.
Sensazioni ed emozioni vissute sono state tradotte infine dagli studenti in sei grandi composizioni polimateriche ricche di elementi a rilievo, dipinte a più mani e fruibili tattilmente.
E’ stato creato inoltre dagli allievi il video “Gli occhi dei sensi”, pubblicato su Youtube, sito ove si può finanche trovare il “Video finale workshop Osservo, creo, racconto – 2021”.
Presso la Sala delle Colonne del Castello del Valentino si è svolta l’inaugurazione della mostra riguardante i risultati delle cinque giornate di workshop; sono intervenuti, oltre ai docenti, Paolo Mellano –direttore Dipartimento DAD-, Antonio Balestra –dirigente scolastico del Liceo “Cottini”- e Gian Giorgio Massara –storico dell’arte.
Il laboratorio ha dunque contribuito a sensibilizzare futuri interpreti dello spazio urbano (artisti e progettisti) in direzione di un mondo progressivamente più inclusivo, a cui ognuno sia invitato a partecipare secondo le proprie possibilità.
Il confronto fra privazione del senso visivo e facoltà di utilizzarlo ha permesso ai discenti di rimodulare le percezioni, destrutturare e ricomporre le emozioni, dunque di aprirsi a una comprensione sempre maggiore delle aspettative di chi vive la realtà in maniera a noi spesso estranea.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.