21.9 C
Comune di Caselle Torinese
3 Ottobre 2022, 12:39 pm

Un mese nella storia

Marzo 2022. Cronaca di un mese che passerà alla storia come foriero di fatti di attualità molto tragici.

Alla data in cui questo articolo viene redatto la guerra tra Russia e Ucraina è in corso e ad oggi molti sono i civili, purtroppo anche bambini, che hanno perso la vita per questi contrasti nazionalistici. La Russia vuole riportare l’Ucraina sotto il controllo di Mosca, mentre la maggioranza degli ucraini guarda al modello dell’Europa occidentale.

Una guerra fratricida dagli esiti incerti, certo è che l’aria che si respira in ogni nazione è di sdegno per i fatti che accadono e di preoccupazione per tutto ciò che può derivarne, crisi economiche comprese che potrebbero riguardarci molto da vicino.

Il primo marzo è ufficialmente finito il periodo carnevalesco ma, quest’anno, come ormai da due anni a questa parte, se la morsa della pandemia sembra un po’allentarsi, fatti così gravi fanno pensare a tutto, fuorché al divertimento, ed il periodo che era di carri allegorici e di bambini sorridenti è diventato periodo di carri armati e di bambini con gli occhi pieni di lacrime.

La Pro Loco quest’anno non ha voluto mettere in piazza i costumi, le trombette, i coriandoli e le bugie, proprio per rispetto ad una realtà tutt’altro che allegra e spensierata.

Quest’anno rappresenta per la nostra Associazione e per il suo giornale “Cose Nostre” un anno “di Marca” in quanto il nostro periodico festeggia i 50 di vita. Cose Nostre nacque proprio a marzo del 1972 e, da allora, non ha mai mancato un numero in edicola ed ai suoi abbonati. Undici numeri annuali per 50 anni e le uscite hanno superato quota 550.

Devo dirvi che io sono molto orgogliosa di questo fiore all’occhiello della Pro Loco, un giornale che vuole e, deve, mantenersi espressione di stampa libera e sopra ogni parte ideologica, organo di cultura, cronaca e informazione per il nostro territorio, anche fuori dei confini strettamente casellesi.

Così come la nostra Associazione, che ci tiene ad essere disponibile e collaborativa verso tutti senza secondi fini, ma unicamente per essere centro di aggregazione e di sostegno a tutti i livelli, cultura, tradizione, informazione, storia, gastronomia e spettacolo.

Partiremo con le celebrazioni del 50° con il Convegno dei Giornali Pro Loco il 1-2-3 aprile. Caselle riceverà le delegazioni giornalistiche dei giornali editi dalle Pro Loco d’Italia (che sono circa una sessantina). È motivo di grande soddisfazione ed orgoglio aver creato nel lontano 2012 la prima edizione del Convegno Gepli (acronimo di Giornali editi dalle Pro Loco Italiane) che tanta strada ha fatto in tutta Italia e che quest’anno, sia per il 50° che per il decennale viene nuovamente ospitato a Caselle Torinese.

Il 3 aprile abbiamo anche in programma la tradizionale gita di Sant’Orso ad Aosta: prenotate presso la nostra sede o al numero 011 9962140 la vostra partecipazione, in programma oltre alla visita libera della Fiera ci sono anche molte sorprese.

Parteciperemo alla fiera del primo di maggio con sorprese gastronomiche oltre che con il nostro stand culturale

Domenica 15 maggio è il giorno scelto per la festa del nostro giornale. Inizieremo alle 10 con una

conferenza stampa per presentare il programma delle manifestazioni, presenteremo il nuovo libro edito dalla Pro Loco e scritto da Gianni Rigodanza sulla storia di Cose Nostre, che è, poi, anche la storia della nostra città. Saranno disponibili entrambi i libri: il primo edito nel 1997 con i primi 25 anni di vita del giornale e il secondo con i venticinque anni dal 1998 ai giorni nostri, entrambi disponibili in un prezioso cofanetto.

Proseguiremo con l’apposizione di due poster, fuori sede, a ricordo dell’evento, ci sarà un aperi-pranzo per i partecipanti, ma soprattutto, sarà visitabile la mostra, che oltre acontenere le pagine e le foto di 50 anni, avrà in esposizione anche materiale giornalistico e editoriale unico e di grande valore messo a disposizione da Gianni Rigodanza, fondatore e direttore del Giornale dal 1988 al 2004.

Nella prima quindicina di giugno abbiamo in definizione un concerto al Palatenda di musica revival e sicuramente un’altra uscita culturale di cui daremo in seguito ampia informazione.

Sarà, appena possibile, organizzata la nostra tradizionale Amatriciana che molte persone aspettano, con il nostro chef, ma soprattutto amico, Claudio Nardocci.

Insomma, prevediamo di creare tante occasioni per trovarci sperando che gli scenari ed i venti mondiali siano migliori di quelli attuali.

Tornando agli eventi già alle nostre spalle, domenica 6 marzo abbiamo partecipato, offrendo the e tisane sotto i portici di Palazzo Mosca, alla camminata “Just the woman I am” organizzata dall’Associazione “Io X Caselle”, che ha raccolto circa 200 adesioni e inviato una bella cifra per la ricerca scientifica.

Noi ci siamo per Caselle ed i suoi abitanti, per tutti, grandi e piccini, cerchiamo, mantenendo gli appuntamenti istituzionali, di creare eventi ed occasioni.

Vi invitiamo a venire in Pro Loco, ci siamo il lunedì ed il venerdì sera dalle 21 alle 23. Se non potete venire la sera, lasciateci nella buca delle lettere messaggi con idee, proposte di eventi che vorreste vedere realizzati a Caselle; le valuteremo seriamente.

Buon marzo. Vi aspetto.

 

Silvana Menicali

Articolo precedenteChe bella età la mezza età
Articolo successivoFu colpa del vino!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

ULTIMI ARTICOLI

Val Grande di Lanzo, il belvedere di Roci Fouieri

0
  Raggiunto il comune di Ceres percorrendo la SP1, superata la stazione ferroviaria si prosegue salendo alla Piazza Europa: imboccata la Via Cantoira, seconda uscita a destra...