Se una notte d’estate potesse parlare, si vanterebbe di avere inventato il romanticismo: proprio quella magia che si creata a Viù, all’interno del parco di Villa Franchetti. In una meravigliosa sera d’estate, una magica atmosfera avvolgeva il folto pubblico presente e tutto risuonava diverso. La notte era infinita e la vita migliorava mano a mano che si snocciolavano i brani proposti dalla corale dei “Giovani Cantori di Torino”. Un concerto organizzato dal Lions Club Caselle Torinese Airport allo scopo di sostenere i progetti della Sezione di Borgaro-Caselle della Croce Verde Torino a celebrazione della grande festa di settembre per i 45 anni di fondazione del sodalizio volontario.
Villa Franchetti: un gioiello messo a disposizione gratuitamente dalla famiglia Martinetto per il Lions Club di Caselle e per la Croce Verde Torino. Sul palco attrezzato per l’occasione i “Giovani Cantori di Torino”- un coro polifonico costituto da oltre cinquanta coristi – hanno dato vita e voce alle migliori interpretazioni della musica leggera e di quella classica.
Un vanto e un pregio avere avuto l’opportunità di ascoltare queste melodie, già proposte a maggio a Torino in occasione dell’ European Son Contest.
Ma il brivido più emozionante è avvenuto a fine concerto, con l’esecuzione di “Va’ Pensiero”, il notissimo brano tratto dal terzo atto del Nabucco di Verdi: gli scroscianti applausi non sono stati semplici applausi, ma un vero inno alla Croce Verde Torino per le meraviglie del suo operato: 115 anni di attività a Torino; 45 a Borgaro-Caselle; tutto personale volontario, che si dedica esclusivamente all’aiuto e soccorso per la vita, come ha sottolineato il prof. Vincenzo Sciortino, Vicepresidente dell’Ente, nel suo ringraziamento finale.
Pura casualità ha voluto che venti nuovi aggregati, fra le Sezioni di Borgaro e Venaria, avessero terminato il corso di specializzazione a “soccorritore Regione Piemonte” e, proprio sabato 11 giugno, sostenessero gli esami di idoneità per assumere la qualifica di “milite”. Con entusiasmo per la prestigiosa nomina, Gabriele, Norina, Martina, Claudia, Arianna, Lorenzo, Ariella, Francesco, Elena, Cecilia,Andrea, Simonetta, militi di Borgaro-Caselle, Barbara, Andrea, Giulia, Giulia Adaeze, Lorenzo, Annalisa, Alessandro, Carmine, per Venaria, sono stati festeggiati al termine dello spettacolo con l’offerta di un omaggio floreale alle neo militesse.
La corposa organizzazione del “Comitato festeggiamenti” ha ancora voluto celebrare i 45 anni di fondazione con due intrattenimenti musicali: il primo,  a Borgaro ed il secondo a Caselle. Piazze piene di pubblico che, nonostante l’afa serale hanno ascoltato buona musica orecchiabile, proposta dai gruppi “Dimensione Musica” e “ImmaginAria”.
A Caselle poi è seguito un tonificante rinfresco organizzato splendidamente dalla nostra Pro Loco e curato nei particolari dalla Presidente Silvana Menicali.
Il Sindaco di Borgaro Gambino e la neo eletta Vice Sindaco della nuova amministrazione di Caselle, Giuliana Aghemo, hanno ricordato sulle due piazze la validità del sodalizio di volontariato attivo ininterrottamente h24, da 45 anni sul nostro territorio.
Per la cronaca e per tutti, rimandiamo alla grande festa finale del 10 settembre prossimo, dove saranno premiati militesse e militi per anzianità di servizio: e sarà una vera festa per la nostra città.

Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.