Dopo una serie di eventi organizzati per preparare la festa finale, ecco finalmente giunto il 10 settembre. E sono 45 le candeline che la nostra Sezione di Borgaro-Caselle della Croce Verde Torino, ha spento proprio sabato 10 settembre. E lo ha fatto con una significativa cerimonia tutta celebrata all’interno di quella magica corte che è la Cascina Nuova di Borgaro, dove ha sede, ormai da anni, la Sezione. Nata a Borgaro, nel 1975, operativa dal 1 febbraio 1976, con il nucleo dei militi cosiddetti “fondatori”, che erano stati precedentemente preparati con il corso militi e con le autorizzazioni alla guida delle ambulanze. Tanto è cambiato da allora, ma non lo spirito che spinge molti giovani, e non solo loro, a praticare questo servizio gratuito e volontario di altissimo livello, perché “ciò che facciamo per noi muore, ma ciò che facciamo per gli altri resta immortale”. Mi ha colpito questa frase che mi diceva fra un commento e l’altro un signore che nulla aveva a che vedere con la Croce Verde, ma che presente alla festa voleva partecipare anonimo per dire il suo “grazie” ai militi. Infatti era la festa della Croce Verde, ma anche la festa delle città di Borgaro e di Caselle. Una cerimonia sobria, scorrevole, in perfetto tema con lo spirito del “volontario”, che non viene pagato, non perché non vale, ma perché il suo valore é inestimabile. Una cerimonia perfettamente guidata dal presentatore Filiberto Paganini, che ha raccontato la nascita della Sezione accompagnato dalla melodia di un violino. Precedentemente anticipata dalla Santa Messa celebrata dal Parroco di Borgaro-don Alessandro, che ha ricordato a tutti quanto bene fa, fare il bene.

I sindaci delle due città di Borgaro e di Caselle, rappresentati dall’Assessore Bertuol di Borgaro e da Giuliana Aghemo di Caselle, hanno portato il saluto delle Amministrazioni ed hanno offerto alla Sezione una bella targa ricordo. Presenti tutte le associazioni civili e di arma locali e con la presenza dei due Marescialli della Stazione Carabinieri di Caselle.

Anche il Vice-Presidente della Croce Verde Torino Enzo Sciortino, insieme al Direttore dei Servizi, Salvatore Bucca, hanno sottolineato, ancora una volta, l’importanza della presenza di un nucleo così solido di volontari legato e amato dal territorio. Commovente l’ascolto dell’Inno di Mameli suonato dalla Novella, a termine della cerimonia, che si è conclusa nella bella Sede degli Alpini con il pranzo sociale.
Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.