4.9 C
Comune di Caselle Torinese
martedì, Febbraio 27, 2024

Inaugurata la nuova sede della Caritas

Inaugurata, domenica 9 ottobre dopo la Santa Messa delle 10,30, con la benedizione del Parroco don Claudio la nuova sede della Caritas cittadina.
Presenti molti fedeli del dopo messa, semplici cittadini e la vicesindaco Giuliana Aghemo.
Nel salone, già sede dell’ex colorificio Finotti, in via Martiri della libertà, sono stati sistemati gli scaffali che attendono ora il tocco finale dei tanti volontari che lavorano all’interno di questo progetto.
-Ambizioso progetto -, come ci dice Valter Leonarduzzi, il referente cittadino Caritas, che parla anche di un “sogno nel cassetto”, quello di far divenire il centro un “emporio solidale”. Differenza sostanziale fra la vecchia gestione che prevedeva il recapito a casa dei pacchi alimentari e la nuova che sta proprio nel concetto di “emporio solidale”.
– Resta un sogno, ma ci proviamo ad attuarlo – prosegue Leonarduzzi – e qui pensiamo a chi con conoscenze tecnologiche possa operare su un terminale PC e scaricare quanto viene acquistato, offerto o recapitato nel locale, che funge da negozio e non solo più da magazzino. Per quanto riguarda i finanziamenti, a mio avviso, non sono un problema perché la comunità di Caselle, in generale, è sempre stata molto generosa. Intanto la Curia torinese, con a capo il nuovo Vescovo ci ha elargito un finanziamento di 4000 euro finanziato con i proventi dell’ 8 x 1000. Questi soldi sono stati spesi sostenendo economicamente, in proporzione al tempo che hanno dedicato, le persone che abbiamo coinvolto nei lavori di restauro, pagando loro alcune utenze quali gas, luce e affitto.
Abbiamo così ricavato un locale più spazioso, più agevole e più adeguato a contenere le derrate alimentari.
Obiettivo finale è quindi poter far scegliere alle persone che vengono alla Caritas le cose da mangiare in base ai gusti e alle loro esigenze e poter acquistare prodotti per l’igiene intima e per la casa, pagandoli a un prezzo sino a un quarto del valore di mercato. Si tratta di un’esperienza innovativa per le modalità di gestione, gli utenti accederanno all’emporio che sarà gestito come un normale negozio e coloro che avranno titolo, potranno scegliere solamente ciò di cui hanno bisogno, senza sprechi. –

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mauro Giordano
Mauro Giordano
Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

- Advertisment -

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

METEO

Comune di Caselle Torinese
pioggia leggera
4.9 ° C
6.5 °
3.7 °
89 %
1.5kmh
100 %
Mar
7 °
Mer
10 °
Gio
16 °
Ven
14 °
Sab
10 °

ULTIMI ARTICOLI

Senza logica

0
Lunedì 29 gennaio i tecnici incaricati dall’Amministrazione hanno presentato il progetto di Piano Particolareggiato che riguarda l’edificazione nelle aree RN1A (i terreni compresi tra...

Le cinque giornate

Insieme si può